fbpx

Gerbera Gialla, Grasso: “legislazione antimafia italiana all’avanguardia, ma va perfezionata”

piero-grasso-infophoto“La legislazione antimafia italiana e’ all’avanguardia pero’ va sempre perfezionata e soprattutto vanno coordinate tante leggi per dare la possibilita’ di intervenire su piu’ settori”. E’ quanto ha dichiarato il presidente del Senato Pietro Grasso presente oggi a Reggio Calabria in occasione della Giornata della Gerbera Gialla organizzata per il ventunesimo anno dall’associazione contro la mafia Riferimenti. “Il settore che piu’ ha bisogno di leggi severe e’ quello che riguarda la criminalita’ economica. A tal proposito – ha ricordato Grasso – nel mio primo giorno da Senatore ho presentato un decreto di legge contro la corruzione, l’evasione fiscale, il riciclaggio e il voto di scambio, che e’ gia’ diventato legge. Un altro punto su cui sarebbe opportuno soffermarsi, e forse anche apportare qualche modifica, e’ la regolamentazione dell’Agenzia dei beni confiscati e le misure di confisca dei beni”. In merito all’evento di oggi contro le mafie, organizzato da Adriana Musella, figlia dell’imprenditore calabrese Gennaro Musella, vittima della ‘ndrangheta, il presidente Grasso ha evidenziato che “oltre al lavoro che svolgono le insegnanti ogni giorno nelle scuole, queste manifestazioni sono il modo migliore per non far dimenticare e per portare alla ribalta esempi che testimoniano come ancora dobbiamo fare tanto per eliminare gli effetti devastanti delle mafie, quali favoritismi, privilegi e soprattutto la gestione degli appalti pubblici”. Piero Grasso si e’ poi soffermato sulla citta’ dello Stretto, che aveva gia’ visitato in passato, spiegando che gli “sarebbe davvero piaciuto trovare una Reggio cambiata in meglio. La situazione invece – ha continuato il Presidente – non e’ poi tanto diversa: trovo dei commissari in sostituzione degli organi istituzionali, in un Comune sciolto per infiltrazioni mafiose. Bisogna porre maggiore attenzione sui temi di questa terra. Spero che il messaggio che oggi stiamo dando ai giovani possa aiutare il cambiamento che deve coinvolgere sia le Istituzioni che la societa’ civile, perche’ solo cosi’ si ottengono i risultati”