Gela dice addio a Caltanissetta unendosi al Libero Consorzio di Catania

Municipio-GelaLa giornata di ieri è divenuta memorabile per Gela: durante la seduta monotematica sull’adesione al Libero Consorzio di Catania il consiglio comunale ha espresso all’unanimità parere positivo compiendo dunque il primo passo verso l’autonomia completa rispetto alla provincia di Caltanissetta. Tramite lo strumento del referendum, entro sessanta giorni, così come previsto dalla legge sulla costituzione dei Liberi consorzi della Regione Sicilia, i cittadini saranno chiamati a esprimere la propria volontà, decidendo di aderire o meno al Libero Consorzio di Catania.

Gela e Catania, anche secondo quanto sottolineato dal sindaco Fasulo, sono accomunate da diversi aspetti. Uno è quello che coinvolge molti studenti gelesi che frequentano l’università di Catania. E non solo: i gelesi usufruiscono anche delle strutture sanitarie e dell’aeroporto catanesi. La presenza dell’industria, l’alto numero di abitanti e il movimento commerciale costituiscono altri punti d’incontro tra le due cittadine.

 Per Gela si tratta di un momento storico, dal momento che è sempre stata mal sopportata la subordinazione politica ed economica a Caltanissetta. Ora, la città nissena potrà sviluppare maggiormente le proprie potenzialità.