fbpx

Europee, Santelli (FI): “Dato calabrese positivo, premiato rinnovamento”

images“Considero il battesimo della nuova Forza Italia assolutamente incoraggiante. Ringrazio i tanti militanti che a mani nude hanno affrontato questa difficilissima campagna elettorale, in una fase di ristrutturazione del partito, oltre ai candidati ed a tutti coloro che si sono impegnati in questa competizione”. Così la coordinatrice regionale di Forza Italia, Jole Santelli, commenta l’esito delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo.
“Con riferimento alla Calabria – prosegue la parlamentare – sono soddisfatta del risultato. C’è una nettissima preponderanza del voto per la lista che è il dato fondamentale da cui ripartire. I risultati dei candidati calabresi, contrariamente alle analisi, hanno premiato la scelta di investire su personalità della società civile e di rinnovamento. Credo che pochi avrebbero scommesso su Forza Italia, dopo il passaggio a Ncd di gran parte dei dirigenti del partito e soprattutto di chi ha detenuto il potere nel Pdl. Siamo a circa il 20%, nonostante il risultato della lista Ncd-udc che in Calabria si riteneva avesse una roccaforte elettorale con otto assessori regionali su dieci e l’ex presidente della Regione candidato. Noi – prosegue Santelli – abbiamo già pagato lo scotto della delusione di molti rispetto ad alcune scelte della Regione, ma ora siamo pronti ad affrontare con grinta ed orgoglio le nuove sfide politiche ed elettorali che abbiamo dinanzi. A livello nazionale devo ammettere – prosegue – che è stata per noi una campagna elettorale difficilissima. Siamo arrivati a queste elezioni in una fase transitoria con il cammino di rinnovamento del partito all’inizio e, probabilmente, ancora non abbastanza visibile. Abbiamo pagato – conclude la coordinatrice azzurra – le condizioni in cui Berlusconi è stato costretto a fare la campagna elettorale, la scissione del partito e la politica di Ncd finalizzata solo a combattere Forza Italia piuttosto che a prendere voti allo schieramento di sinistra. E poi le questioni giudiziarie che, come sempre, al nostro partito con tempismo spettacolare non sono state risparmiate”.