fbpx

Europee, Grillo: “Abbiamo perso”

images

“Grillo, abbiamo perso, ma siamo lì”. Così il leader 5 Stelle dalle colonne del suo blog in un video messaggio.

“Abbiamo il tempo dalla nostra, è ancora presto. Quest’Italia è formata da generazioni di pensionati che forse non hanno voglia di cambiare, di pensare un po’ ai loro nipoti, ai loro figli, ma preferiscono stare così”.

“Non scoraggiatevi”, “certo che andiamo avanti. Siamo la prima forza di opposizione, faremo opposizione sempre di più, sempre meglio e cercheremo di rallentare il dissanguamento, lo spolpamento di questo Paese, che ci sarà. Noi saremo precisi, puntuali, e ci saremo sempre, non preoccupatevi”.

Grillo e Kipling – Beppe Grillo ringrazia dal blog i 5,8 milioni di italiani che hanno votato M5S e dedica loro la poesia ‘If’ di Kipling

“Se riesci a non perdere la testa quando tutti intorno a te la perdono e ti mettono sotto accusa. Se riesci ad avere fiducia in te stesso quando tutti dubitano di te, ma a tenere nel giusto conto il loro dubitare” i versi iniziali della poesia che, tra l’altro, recita ancora: “Se riesci ad incontrare il successo e la sconfitta e trattare questi due impostori allo stesso modo”.

La comanda del silenzio – In silenzio nella notte i parlamentari pentastellati: “Noi siamo abituati, come stile di lavoro, a basarci su fatti. Sono dati talmente aleatori che non ci permettono di esprimere una valutazione. Sarà una lunga notte” ha detto Roberta Lombardi a nome del MoVimento commentando gli exit poll . “Francamente – ha detto ancora insieme a Nicola Morra nel quartier generale del M5s – ci sembra che i dati siano esigui per una valutazione compiuta. Aspettiamo lunedì con un dato certo per commentare”.

L’ironia della rete – Intanto è scattata l’ironia in rete: dal “Vinciamo noi”, slogan della campagna elettorale di Beppe Grillo, al “vinciamo poi” il blog di Beppe Grillo è stato invaso da commenti di scherno per il risultato elettorale delle europee a cui si affiancano molti messaggi di sconforto che arrivano anche a chiedere una giornata di lutto nazionale per la “deludente prova” dei pentastellati. C’è, ovviamente, chi non demorde e chiede di non credere agli exit poll, c’è anche chi invoca di mantenere la calma, ma la delusione è tangibile tra i ‘fan’ di Grillo che registrano un folto ‘schieramento’ di persone pronte – dicono – a lasciare il paese. Ma è decisamente in superiorità numerica la schiera di ‘troll’ che si sta scagliando contro il leader dei 5 stelle ricordandogli anche la ‘promessa’ fatta nelle piazze dei vaffa day: “Beppe – scrivono in molti – avevi detto che o vincevi o andavi a casa. Ora vattene”. E c’è anche chi chiede, ironicamente, un collegamento streaming con la casa del leader dei 5 stelle.