fbpx

Elezioni Europee: in Spagna centro/destra in vantaggio, ma si va verso astensione da record

spagnaA una settimana dal voto per le elezioni europee di domenica 25 maggio, gli ultimi sondaggi pubblicati in Spagna prima dell’appuntamento con le urne segnano la vittoria del Partido Popular (PP) sul Partido Socialista Obrero (Psoe), insidiato dall’ascesa dalle nuove forze minoritarie di sinistra all’esordio nell’Europarlamento e dall’astensione record. Secondo il rilevamento pubblicato domenica da El Pais, il PP mantiene nelle intenzioni di voto un vantaggio minimo sul Psoe, dell’1%, con circa il 32% dei suffragi, a fronte del 31,1% dei socialisti e in presenza di un’astensione che potrebbe sfiorare il 60%, la maggiore finora registrata. Beneficiate dall’arretramento socialista sarebbero la Izquierda Plural, la Sinistra Plurale, che passerebbe dal 3,7% dei voti delle elezioni del 2009 all’11%, e le nuove formazioni Podemos (2,4%), Ciutadanos (2,3%) e Primavera Europea (1,7%), mentre il costituzionalista UPyD limita la propria crescita al 4,5% rispetto al 2,9% ottenuto nelle passate europee. Delle due liste nazionaliste, in opposizione ai partiti “spagnolisti”, quella che piu’ avanza e’ L’esquerra pel Dret a Decidir (la Sinistra per il diritto a decidere) guidata da Esquerra Republicana para Catalunya (Erc), che potrebbe ottenere il 5,6% dei voti e 3 europarlamentari; mentre la Coalicion por Europa, costituita da CiU, Pnv, CC e CpG) otterrebbe il 4,3% dei suffragi e due scranni. Diverse le previsioni del sondaggio del quotidiano conservatore ABC, secondo il quale il PP vincerebbe le elezioni con il 33,8% dei voti (fra 21 e 22 seggi), circa 5,9 punti davanti al Psoe, che otterrebbe 11 voti e sei scranni meno di cinque anni fa. IU, con l’8,9% nelle intenzioni di voti, passerebbe dagli attuali 2 a 5 seggi; e UPyD con il 5,3% dei consensi passerebbe da 1 a 3 europarlamentari. Secondo questo rilevamento, le tre forze nuove – Podemos, Ciutadanos ed Equo-Compromis – otterrebbero rispettivamente il 3,5%, il 2,9% e l’1,4%, potendo le prime due contare su 1 o 2 eurodeputati.