fbpx

Direttivo Flai-Cgil Messina: “valorizzazione del comparto agroforestale per l’occupazione e la salvaguardia del territorio”

MessinaQuesta mattina si è riunito il Comitato Direttivo della Flai-Cgil, la Federazione dei lavoratori del settore agroforestale alla presenza del segretario regionale della categoria Salvatore Tripi e del segretario generale della Cgil di Messina Lillo Oceano. Il segretario della Flai di Messina, Giovanni Mastroeni, ha posto al centro dei lavori la situazione del comparto forestale per il quale il sindacato rivendica il rispetto degli accordi (applicazione della legge sulle giornate di lavoro, 151-101 e 78), della programmazione annuale delle attività. Centrale diventa per il sindacato la riforma del sistema forestale capace di coniugare gli aspetti occupazionali e il ruolo protettivo rispetto alla problematica del dissesto idrogeologico del territorio oltre che produttivo riferito alle attività che possono nascere a valle del sistema forestale regionale.

“Il rispetto delle leggi e degli accordi”, una priorità ribadita da Mastroeni assieme al superamento dell’idea assistenzialistica del settore.

“Storica – ha proseguito nel suo intervento il segretario provinciale della Flai – diventa l’esperienza della cooperativa “Birrificio Messina”, senza precedenti nella nostra realtà nella creazione di una nuova attività produttiva”.

Il Direttivo Flai , esaminando la vertenza simbolo dei lavoratori ex Triscele ha visto l’intervento dell’ex presidente del Comitato Direttivo Flai e presidente della cooperativa “Birrificio Messina” Domenico Sorrenti che ha ribadito l’importanza della riuscita del progetto industriale, che ha dato vita alla cooperativa dei lavoratori ex Triscele, e l’obiettivo fondamentale di tornare a produrre birra nella città di Messina.

Occupazione e tutela del territorio, i temi nodali affrontati dal segretario generale della Cgil Messina, Oceano, assieme alle priorità indicate dalle conclusioni del 17° Congresso nazionale della Cgil, del lavoro, della riforma delle pensioni con abrogazione Legge Fornero,  dell’estensione universale degli ammortizzatori sociali e di una nuova contrattazione inclusiva per estendere i diritti ai lavoratori precari e ai lavoratori atipici, di un fisco equo, del rilancio dell’attività di contrasto a evasione e lavoro nero.

Concludendo i lavori del Direttivo (che ha visto l’elezione di presidente dello stesso organismo di Grazia Giacobbe; della segreteria composta oltre che dal segretario Mastroeni da Giuseppa Sgrò e Maurizio Zingales a cui partecipa come presidente Alpa Flai-Cgil Messina Antonino Massimino), il segretario generale della Flai-Cgil Sicilia Salvatore Tripi si è soffermato sulla conclusione dell’incontro avuto ieri pomeriggio a Palermo, dopo la mobilitazione di venerdì 9 maggio, con il nuovo assessore regionale all’Agricoltura Reale e i dirigenti regionali dell’Azienda Foreste Demaniali.  Il risultato positivo di tale trattativa è stato l’obiettivo raggiunto di mantenere l’attuale organizzazione del lavoro che vede impegnati tutti i 7.200 lavoratori siciliani all’interno delle attività dell’Ispettorato Forestale Antincendio. Gli stessi lavoratori saranno avviati, nella prima fase di attività, entro il 15 giugno e fino al 5 agosto. Per quanto attiene  l’impiego dei lavoratori dell’Azienda Foreste, si attende l’approvazione, in tempi brevissimi, dello strumento finanziario da parte dell’Ars, per consentire l’avvio dell’attività indispensabile per la prevenzione dei viali parafuoco entro la prima decade del prossimo mese di giugno.