fbpx

Una delle frasi di Scajola a Chiara Rizzo: “Pappa e ciccia non si fa!”

Former  Italian  Minister Claudio Scajola arrested by DIAPappa e ciccia non si fa!”. È una delle frasi pronunciate dall’ex ministro Claudio Scajola in una conversazione telefonica con la moglie di Amedeo Matacena, Chiara Rizzo. La conversazione è contenuta nella richiesta della Dda di Reggio Calabria che ha portato all’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Scajola ed altre sette persone.

Era il 6 agosto 2013 quando Rizzo e Scajola esprimono la “loro delusione – annotano i Pmper la manifestata impossibilità d’intervento da parte di ‘Max’, sul quale avevano evidentemente poggiato le loro aspettative al fine di poter concretare, verosimilmente, un’operazione finanziaria della quale i due interlocutori sono bene attenti a celare gli estremi informativi”. Chiara Rizzo riferisce a Scajola che “no, lui mi ha solo detto, forse è l’unica cosa che puoi fare, falla, stasera chiamami, mi fai sapere … ora mi ha accompagnato che io mi dovevo comprare gli asso… cioe’, mi voleva accompagnare qua dentro, poi io ho evitato, che una volta eravamo qua dentro, gli ho detto, scusa ma sai, devo fare delle cosine … cioe’, mi mettevo a fare … che me ne fregava, no … io ho cose da fare, sei d’accordo? Mi metto a fare con lui …”. E l’ex ministro le risponde che “non c’e’ dubbio, per carita’!”. La moglie di Matacena aggiunge che “gli ho detto, scusami ma io sai devo fare …” e Scajola pronuncia la frase “ma pappa e ciccia non si fa, pappa e ciccia non si fa”. La Rizzo insiste sostenendo di aver detto a Max che “ecco! Gli ho detto, scusa ma io ho delle cosine da fare, gli ho detto, devo comprare delle cremine …” e Scajola ribadisce che “pappa e ciccia non si fa!”.