fbpx

Il cortometraggio “Adotta un italiano” della rossanese Giulia De Carlo al David di Donatello

/

GIULIA CARLA DE CARLODivertente, brillante e straordinariamente attuale. Questo è “Adotta un Italiano”, il cortometraggio ispirato all’articolo 1 della Costituzione Italiana, candidato al David di Donatello nella nuova sezione web “Premia il tuo corto preferito”. Scritto e diretto da Jonny Triviani e dalla rossanese Giulia Carla De Carlo, che ritroviamo anche tra gli interpreti, il corto racconta le storie di otto italiani adottati da altrettanti stranieri e spediti in ogni parte del mondo per continuare a “tirare a campare”. Otto bizzarre avventure che evidenziano ironicamente i buoni motivi per adottare un italiano.

Sono novanta i cortometraggi in gara nella nuova sezione web della prestigiosa manifestazione cinematografica italiana Premi David di Donatello. Il concorso rappresenta un’importante novità dell’edizione 2014 del David, voluta per sostenere e promuovere i giovani registi, che con i loro cortometraggi hanno preso parte all’edizione 2013, che hanno fatto dell’arte del cinema la loro missione e che credono fermamente nella loro opera. Chi tra questi risulterà il più votato del web, si aggiudicherà una menzione speciale all’interno della serata finale dei Premi David di Donatello edizione 2014.

L’idea di questo cortometraggio – dichiara Giulia Carla De Carlo, attrice, regista e produttrice rossanese emigrata all’estero per opportunità professionali – nasce dalla nostra esperienza personale di professionisti che hanno dovuto spostarsi in cerca di maggiori riscontri, ma che continuano a lottare ed a sperare in un riscatto economico e culturale del proprio Paese. Un’idea originale e creativa che intende, con ironia, sensibilizzare l’opinione pubblica su quello che potrebbe succedere se si continuassero ancora a calpestare i principi fondamentali della Costituzione Italiana, e suscitare un sano orgoglio patriottico. Ecco perché il cortometraggio è ispirato proprio all’articolo 1 del nostro Statuto.

Senza nulla togliere al lavoro dei critici professionisti – aggiunge – sarà il popolo del web, sempre più influente, a decretare il vincitore, così come del resto è il pubblico che decreta la fortuna di un film nelle sale. L’auspicio è quello che il video raccolga tanti consensi, considerato che si tratta di un prodotto cinematografico creato da italiani per stimolare italiani. Da qui – conclude la giovane artista rossanese – l’invito alla mia gente, ai cittadini rossanesi e di tutta la Sibaritide, ad esprimere il proprio voto al cortometraggio “Adotta un italiano”, con il sogno, chissà, di portare una statuetta del David di Donatello, nella nostra Città.

La partita si giocherà interamente sul web. Il corto che allo scadere del concorso avrà collezionato più voti, si guadagnerà una menzione speciale ai Premi David di Donatello. I cortometraggi saranno veicolati attraverso i maggiori social network, luogo quotidiano di incontro e di confronto.

Ora tocca a Te. Esprimi il tuo voto, fai vincere la tua passione. Guarda, scegli e vota “Adotta un italiano” http://www.booksprintedizioni.it/votazione-david-di-donatello/corto.asp?id=3319