fbpx

Controlli Polizia nel catanzarese: sequestrati 5mila articoli contraffatti. Una denuncia

poliziaLa Polizia di Lamezia Terme ha sequestrato circa 5000 articoli elettronici, informatici e giocattoli. Denunciata anche una donna cinese per frode in commercio e falso; a suo carico sanzioni amministrative per 35.000 euro.

Il tutto rientra in un’attività di servizio della Polizia amministrativa, finalizzato alla prevenzione e alla repressione dei reati di falso e frode in commercio in esercizi commerciali di Lamezia Terme e Maida, eseguito dagli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Lamezia, unitamente al personale della Camera di Commercio di Catanzaro.

Proprio in seguito ad uno di questi controlli, attuato precisamente all’interno di un esercizio in contrada Comuni Condomini di Maida, sono stati segnalati articoli elettronici ed informatici con il marchio CE contraffatto, privi delle indicazioni delle caratteristiche tecniche in lingua italiana e non sottoposti ai controlli previsti dalla normativa comunitaria.

Considerata la pericolosità dei prodotti per la sicurezza e la salute, soprattutto dei bambini, sono scattati subito il sequestro della merce e la denuncia.