fbpx

Condofuri (Rc), incendiato mezzo raccolta rifiuti

images“Intorno alla mezzanotte del 18 maggio, presso l’area adiacente la scuola “V. Bachelet” di Condofuri Marina, è stato dato alle fiamme un autocompattatore, ivi parcheggiato dalla ditta “AVR”, che ormai da qualche tempo gestisce per il Comune di Condofuri il servizio di raccolta differenziata “porta a porta”. Stando ai primi accertamenti effettuati dalla locale Stazione dei Carabinieri di San Carlo, intervenuta immediatamente sul luogo, trattasi di incendio di natura dolosa”. E’ quanto si legge nella nota stampa dell’amministrazione comunale di Condofuri.

“In merito all’accaduto, l’Amministrazione Comunale intende con la presente esprimere la più ferma condanna del gesto inqualificabile subito dalla ditta “AVR” e, con essa, dall’intera comunità di Condofuri, che non merita una tale onta di disonore, dando invero continui e chiari segnali di voler definitivamente isolare i pochi coloro i quali intendono perpetrare atteggiamenti mafiosi, che trovano poi in gesti così eclatanti la loro perversa dimostrazione.

Condofuri, proprio attraverso l’avvio di un sistema moderno di raccolta differenziata, sta dando prova di come sia possibile cambiare in meglio, abbandonando ogni atto e comportamento figli di una cultura mafiosa che non appartiene al piccolo Centro dell’Area Grecanica e deve trovare, nell’opera continua di Magistratura e Forze dell’Ordine, nel fermento culturale delle associazioni, dei partiti politici e dei sindacati, nell’azione politico – amministrativa di un intero Consiglio Comunale, ferma opposizione e sdegno popolare.

Pertanto, l’Amministrazione Comunale si rivolge all’intera cittadinanza condofurese, perché il cammino di cambiamento INSIEME intrapreso con forza e determinazione su ogni fronte, non subisca alcun rallentamento, anzi trovi nella condanna POPOLARE di atti come questo ulteriore linfa e vitalità”