Ciccio Zerbi non ce l’ha fatta: Reggio piange un suo campione, Piana sotto shock

Ciccio ZerbiCiccio Zerbi non ce l’ha fatta, è morto stanotte presso l’Ospedale Santa Maria degli Ungheresi di Polistena dopo il gravissimo incidente che lo ha visto coinvolto ieri mattina sulla Jonio-Tirreno all’altezza di Cinquefrondi.
Le sue condizioni si erano subito rivelate critiche al punto che nel corso della giornata di ieri erano stati effettuati diversi interventi chirurgici prima per asportare la milza e parte del fegato, e poi per provare a tamponare l’emorragia interna. Stamattina doveva essere trasportato al Riuniti di Reggio, ma il decesso della notte dopo circa 18 ore di coma ha vanificato ogni altra ipotetica operazione.

L'automobile di Zerbi ieri sulla Jonio-Tirreno dopo lo scontro fatale

L’automobile di Zerbi ieri sulla Jonio-Tirreno dopo lo scontro fatale

Zerbi, 34 anni, lascia la moglie e 3 figli con cui viveva a Mammola. Qualche anno fa aveva perso il padre sempre in un incidente stradale. Era un noto calciatore, ex Reggina e oggi capocannoniere della Cittanovese nel campionato di Prima Categoria, concluso con uno straordinario successo che ha riportato la squadra della piana in Promozione. Ben 42 le reti segnate nel campionato appena concluso, da vero leader dei giallorossi. Amato e benvoluto da tutti, il “Lupo” (così veniva soprannominato) non è riuscito a siglare il gol più importante. Tutta la piana di Gioia Tauro è sotto shock per la tragica perdita di un grande campione non solo in campo ma anche fuori, un bravo ragazzo conosciuto e apprezzato per le sue doti umane prima che per quelle calcistiche.

Tutta la Redazione di StrettoWeb si stringe ai familiari per le più sentite condoglianze.