fbpx

Cecchi Paone a Reggio ospite del movimento “Liberi di Ricominciare”

cecchi paone“L’omofobia è una forma di razzismo a tutti gli effetti e va debellata”. Queste le parole di Alessandro Cecchi Paone a margine dell’incontro Liberi di Ricomincia ad essere”, incontro organizzato dal movimento Liberi di ricominciare di Reggio Calabria in occasione della giornata mondiale contro l’omofobia. L’appuntamento ha visto tra i protagonisti il presidente dell’associazione, Paolo Ferrara, il presidente della Giunta provinciale di Reggio, Giuseppe Raffa, il presidente del consiglio provinciale, Antonio Eroi, il presidente di Arcigay Reggio Calabria, Lucio Dattola, e Nino Spirlì, opinionista de Il Giornale.

Alessandro Cecchi Paone: è una ricorrenza con grande significato: “La giornata contro l’omofobia è l’occasione per chiarire un punto fondamentale. Qui, non si tratta di difendere le persone lgbt dalle offese, ma di bandire il razzismo dai discorsi comuni di un Paese civile. L’omofobia è una forma di razzismo, come quella etnica o religiosa. Ed è ancora presente in Italia”.

Sostegno ad Alessandro Cecchi Paone è arrivato sia da Giuseppe Raffa che da Antonio Eroi e, nonostante le polemiche nazionali, ha riscontrato il gradimento del numero 1 dell’Arcigay locale, Lucio Dattola. “Quella di Arcigay nazionale è una posizione incomprensibile – ha ribadito il giornalista – Sono l’unico gay dichiarato e militante in tutte le liste del Meridione. L’Arcigay preferisce non essere rappresentata in Europa, piuttosto che essere rappresentata da uno che da dieci anni mette la faccia per le loro battaglie, solo perché sono candidato con Berlusconi. Il cavaliere mi ha voluto la mia candidatura anche per l’affermazione dei diritti civili. A Reggio Calabria lo hanno capito”.

Per Paolo Ferrara, quella di Cecchi Paone è una testimonianza fondamentale: “Alessandro con la sua presenza porta un forte segnale, necessario a promuovere linee guida per azioni politiche necessarie al superamento delle discriminazioni di genere. Ricordo quando lo scorso febbraio dopo la diatriba col Presidente Scopelliti, Alessandro ha dato la disponibilità a scendere in campo a sostegno della nostra città. La sua presenza sarebbe stata davvero la grande dimostrazione che esiste anche una Calabria ed una Reggio che si richiamano ai valori e ai diritti della democrazia liberale, laica europea e internazionale. Tutti conoscono le grandi capacità di Cecchi Paone, uomo di elevato valore politico e, soprattutto, uomo di grande cultura. Ecco perché l’appuntamento di oggi, per noi, ha una duplice e storica importanza, in quanto la presenza dell’amico Alessandro in città, oltre alla ricorrenza dellagiornata mondiale contro l’omofobia, ha definito il suo totale sostegno per le prossime scadenze elettorali con l’obiettivo di realizzare concretamente il progetto liberaldemocratico che ci vedrà insieme protagonisti sin dalla prossima scadenza elettorale”.