Caputo (FI): “Dalle urne dissenso radicale nei confronti di Scopelliti”

giuseppe caputo forza italia“Forza Italia deve assumere la leadership della coalizione di centro destra a tutti i livelli. Il dato che esce fuori dalle urne è solo una conferma di quanto, da tempo, affermo sulla gestione dell’ex presidente, dal cui operato Forza Italia deve prendere subito le distanze. Un’azione di governo che poteva e doveva essere diversa,  più  incisiva e che ha dimostrato invece tanti limiti nella soluzione dei problemi che erano sul tappeto”. E’ quanto afferma Giuseppe Caputo (FI). 
“Altro che modello! La competizione elettorale appena conclusa, rappresenta una voce di dissenso radicale che occorre cogliere e valutare attentamente mettendo da parte logiche personalistiche e aprendosi a valutazioni esclusivamente oggettive” continua ancora Caputo.  Non si è concretizzato il cambiamento promesso ai calabresi, non c’è stata la inversione di tendenza rispetto ai vecchi metodi del passato. In alcuni settori è avvenuto il riciclaggio di soggetti chiacchierati che non potevano essere in grado di offrire alcuna prospettiva. Non sono state rimosse le vecchie incrostazioni che hanno reso elefantiaca e pachidermica la macchina burocratica regionale. Non si è voluto procedere nel corso dei quattro anni alla verifica dei risultati prodotti da assessori la cui inutilità e la mancanza di progettualità ha contribuito ad avere risultati di governo scadenti. Hanno avuto spazio soggetti mediocri non in grado di contribuire a raggiungere risultati amministrativi soddisfacenti.Troppi gli errori commessiperché è mancata la capacità di intercettare i reali problemi della regione il cui elettorato aveva riposto fiducia nell’uomo che avrebbe dovuto interpretare quel cambiamento mai concretizzato.Tante mancate risposte, dalla sanità, alla emergenza rifiuti, alla problematica dei trasporti con conseguente isolamento dei centri dell’entroterra. Tutte  urgenze rimaste inevase. Si sarebbe potuto fare tanto di più e meglio se l’ex governatore non si fosse consultato solo con lo specchio e con il suo cerchio magico di plauditores e cortigiani ignoranti. Fedelissimi, che dai risultati delle urne, hanno dimostrato il loro reale inesistente peso politico ed elettorale”.
“Oggi un ciclo si è chiuso! E la si smetta di cercare soluzioni rabberciate per allungare l’agonia della legislatura ed inventarsi mostruosità giuridiche per cercare di tutelare forzosamente la presenza istituzionale di qualcuno.  Scopelliti - conclude Caputo - non ha avuto rispetto di nessuno e quando ha sventolato le sue inutili dimissioni, ha dimenticato le tante emergenze calabresi non risolte che potevano essere affrontate nell’ultima parte della legislatura, forse con un senso di responsabilità maggiore, incoraggiato anche dalla sua assenza. Forza Italia rappresenta oggi il maggior partito della coalizioneDa qui bisogna ripartire indicando al più presto il candidato Presidente. Qualche loquace esponente del NCD che non perde occasione di apparire sulla stampa, indicando percorsi e soluzioni, farebbe bene a tacere e prima di elevarsi a suggeritore di criteri e metodi, facesse un’attenta analisi del voto, seguita da una  opportuna riflessione autocritica.