fbpx

Campanella sull’omofobia: “Cecchi Paone offende la Calabria”

images ”Affermare che la Calabria e’ l’ultimo avamposto per sconfiggere l’omofobia significa non conoscere ne’ la Calabria ne’ l’omofobia”. Lo afferma il giornalista Mario Campanella, co-autore insieme a Maria Rita Parsi del libro Maladolescenza quello che i figli non dicono (Piemne Edizioni), commentando la dichiarazione di Alessandro Cecchi Paone , ieri, a Cosenza. ”Nel nostro libro abbiamo riportato tracce di omofobia di altre Regioni – dice Campanella – e Cecchi Paone dimostra di avere una visione stereotipata del territorio. L’omofobia e’ presente dappertutto – prosegue il giornalista – ma ci sono anche anticorpi seri e movimenti di dissuasione culturale come dimostra la nascita elo sviluppo di Arcigay. Cecchi Paone esprime una preoccupante Calabriafobia frutto di pregiudizi”.