fbpx

Calabria, Perri- Muto (Ncd): “Perchè la Santelli è nervosa? Non vuole le primarie?”

images“Non riusciamo a capire il nervosismo- dicono i dirigenti nazionali del Ncd Perri e Muto–  dell’on Santelli, esponente locale di FI e coordinatore regionale. Insegue costantemente il nostro coordinatore regionale Gentile affrettandosi a rispondere a ogni suo intervento e affermando di non volere le primarie per il candidato a Presidente della coalizione. Eppure, le primarie sono lo strumento di partecipazione democratica per eccellenza . Chi le teme ha forse paura della sovranità concessa agli elettori della coalizione ? Ancora più incomprensibile appare il suo nervosismo alla luce del fatto che Gentile, che del NCD è leader nazionale , ha fatto capire esplicitamente che il nostro partito sarebbe disposto anche a rinunciare a questo strumento se dagli alleati arrivasse un nome di grande prestigio . Santelli sa che nel suo partito ci sono un paio di nomi di questo livello e dovrebbe esserne contenta. Non vuole forse che Forza Italia esprima un
candidato a Presidente ? Sia ben inteso, sono i voti a fare numero e non le chiacchiere, in politica. E i voti si vedranno alle europee, nel confronto con le altre Regioni italiane e, soprattutto, a Rende ed a Montalto Uffugo , comuni maggioritari. Li si vedrà chi pensa a profumi e balocchi e chi , invece, è radicato sul territorio. La leader locale di Forza Italia dovrebbe essere realmente contenta del fatto che un partito che in Calabria è certamente il primo è disposto a sacrificarsi ed a sacrificare i suoi potenziali candidati anche in favore di Forza Italia. Certo, chiediamo serietà nella scelta e rappresentativita. Non diremmo mai si a nomi di plastica, a persone che non hanno mai passato il giudizio degli elettori e che non hanno mai dato prova di essere amministratori di livello. Per quanto riguarda il governo nazionale, Santelli dovrebbe spiegare invece cosa ha fatto nei sei mesi in cui è stata sottosegretaria al lavoro nel governo di centrosinistra , presieduto da Enrico Letta . Avrebbe potuto per esempio portare risorse alla città di Cosenza relativamente alla questione del precariato. O fare approvare progetti di larga portata sulle emergenze disoccupazionali . Non abbiamo notizie in merito.Forse non c’è stato il tempo di realizzare queste cose, ma proprio lei che ha governato insieme alla
sinistra si erge a giudice ? Un consiglio all’on Santelli : non abbia paura del giudizio degli elettori e delle libere scelte. Alla Regione possiamo vincere, ma dipende molto dalla credibilità del candidato a Presidente”