fbpx

Barcellona P.G: il Comune e l’Associazione Rita Atria ammessi parti civili nel processo sul Parco Commerciale

timthumb.phpE’ durato quasi quattro ore al Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto il dibattimento sul caso del Parco Commerciale di Contrada Siena,  promosso dall’immobiliare “Di.Be.Ca”, società che sarebbe riconducibile all’avvocato barcellonese Rosario Pio Cattafi, attualmente detenuto. L’udienza, presieduta dal giudice Maria Celi, che è stata ritenuta compatibile dal Presidente del Tribunale Michele Galluccio a poter continuare a presiedere il colleggio penale, è stata più che altro di natura tecnica. Oggi, cosi come annunciato nelle settimane scorse, al vaglio le richieste di immissione o meno nel processo, quali parti civili, del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto e dell’associazione Rita Atria, che negli anni scorsi aveva intrapreso una dura battaglia contro la realizzazione del Parco Commerciale. Il giudice Celi, dopo avere ascoltato i pareri del Pm Francesco Massara, che si è rimesso alla decisione del Tribunale, non ponendo veti sulla richiesta di costituzione di parte civile da parte del Comune e dell’Associazione Rita Atria, e dopo avere ascoltato anche i  legali contrari a tale situazione, in particolare gli avvocati Mostaccio e Bartolone, ha rigettato tutte le concessioni, ammettendo sia il Comune di Barcellona Pozzo di Gotto, rappresentato dall’avv. Alessandro Vitale, e sia l’Associazione nazionale antimafia Rita Atria, rappresentata dall’avv. Carmelo Picciotto. Ricordiamo, questo per chiarezza di informazione, che il 25 aprile 2014, a causa dell’inerzia dell’apparato burocratico comunale,  che non ha rispettato delle procedure, i giudici della prima sezione del Tar di Catania, hanno annullato la delibera del consiglio comunale sulla realizzazione del Parco, la n.59 del 16 novembre 2009, di fatto cancellando definitivamente la realizzazione dell’opera. In video conferenza ha partecipato al dibattimento anche l’avv. Rosario Pio Cattafi. In aula presente il sindaco della città del Longano, dott.ss. Maria Teresa Collica. Prossima udienza fissata adesso per il 19 dicembre.