fbpx

Arresto Scajola: consulenti informatici a caccia dei file cancellati

Arresto Scajola: una vita tra politica e scandaliUn gruppo di consulenti informatici saranno a lavoro dalla prossima settimana sui computer, telefoni cellulari e tablet sequestrati a Claudio Scajola e ad altre persone coinvolte nell’inchiesta della Dda di Reggio Calabria sulla latitanza di Amedeo Matacena. Il lavoro consistera’ principalmente nel riportare alla luce tutti i file cancellati che potrebbe avere rilevanza nell’ambito delle indagini. Saranno scandagliate le memorie del computer e dei tablet ma si analizzeranno anche i messaggi di posta elettronica eliminati. Il tutto e’ finalizzato ad accertare il coinvolgimento nell’inchiesta di altre persone che avrebbero partecipato al progetto di spostamento di Matacena da Dubai al Libano. Gli inquirenti stanno cercando di ricostruire tutta la rete di contatti su cui poteva contare Matacena e sulle attivita’ messe in atto da Scajola per favorire l’armatore latitante. Contestualmente saranno compiute anche verifiche sulle dichiarazioni rese dall’ex ministro nel corso dell’interrogatorio fiume svoltosi nei giorni scorsi nel carcere romano di Regina Coeli.