Truffa ai danni di Equitalia Sud: perquisiti direttori sedi Lazio e Calabria

equitaliaNell’ambito dell’inchiesta che ha portato oggi all’arresto di 8 persone, nell’ambito di una truffa ai danni di Equitalia Sud, gli investigatori del Nucleo speciale di polizia valutaria ha perquisito abitazioni e uffici del direttore Regionale Lazio, Alessandro Migliaccio, e di quello della Calabria, Giovanbattista Sabia. I pm Maria Francesca Loy e Stefano Rocco Fava hanno chiesto ed ottenuto il sequestro di beni ed utilità per 750mila euro. Il danno all’erario causato è di 17 milioni di euro. Nel procedimento sono indagate nel complesso 15 persone.

“Deve sottolinearsi la capacità di poter contare su altri dipendenti e dirigenti dell’ente di riscossione che rende ancora maggiore la pericolosità di Salvatore Fedele, il quale vanta personali amicizie anche con gli ex direttori regionali Lazio Giovanbattista Sabia e Francesco Pasquini (attualmente operativi nelle regioni Calabria e Liguria)”. Così scrive il gip Bonaventura in un passaggio dell’ordinanza di custodia cautelare eseguita oggi nei confronti di un funzionario ‘infedele’ di Equitalia Sud e di altre persone, nell’ambito di una inchiesta su una truffa milionaria ai danni dell’erario e della stesso ente di riscossione. A parere del giudice i rapporti tra Fedele e Sabia “appaiono particolarmente stretti” e questo è testimoniato anche da un assegno bancario di 400 euro del dirigente versato sul conto corrente di Fedele il 6 ottobre 2010.