Il Tar siciliano “annulla” il Parco Commerciale di Barcellona P.G. Doveva essere il più grande della Sicilia

parcoIl Parco Commerciale di Barcellona Pozzo di Gotto, che nei progetti della “DI.be.ca sas” doveva diventare il più grade della Sicilia, non verrà più realizzato. La decisione giunge dal Tar di Catania, che ha annullata la delibera comunale n. 59 del 16 novembre 2009, con la quale, l’Amministrazione comunale approvava il “Piano regolatore particolareggiato della zona territoriale omogenea d.2.3. – Parco commerciale”.

La decisione dei togati della prima sezione del Tribunale amministrativo arriva dopo la riduzione in carcere dell’avvocato Rosario Pio Cattafi, al quale è riconducibile la società “Di.be.ca” cui, la Commissione edilizia aveva dato la commessa di mettere sul mercato i lotti immobiliari dell’erigendo Parco Commerciale.

Rosario Pio Cattafi è stato condannato per mafia a 12 anni di reclusione ed ora si trova al regime dell’art. 41 bis della legge che disciplina in trattamento penitenziario.

Nel provvedimento depositato ieri il Tar spiega che: “la decisione dell’annullamento è conseguenza dell’inerzia dell’apparato burocratico comunale che non ha rispettato la descritta procedura, per cui i ricorsi vanno accolti, con conseguente annullamento dei provvedimenti impugnati, fatti salvi gli ulteriori provvedimenti dell’Amministrazione”.