Sospesa la pubblicazione de “L’Ora della Calabria”. Il direttore: “grave violazione”

l-Ora-della-calabria1-449x410Il liquidatore della C&C, la societa’ editrice del quotidiano ”L’Ora della Calabria”, ha informato i giornalisti della sospensione delle pubblicazioni. Ieri il cdr e il sindacato dei giornalisti avevano proclamato tre giorni di sciopero al termine di un incontro che i rappresentanti dei giornalisti avevano avuto con il liquidatore. Quest’ultimo aveva dato rassicurazioni circa il pagamento delle spettanze. Il direttore Luciano Regolo denuncia ”un episodio grave ai danni della liberta’ di stampa” per la seconda volta in quattro mesi. ”Tale gesto improvviso -scrive il direttore in una nota- sulla base di spiegazioni pretestuose, quale la necessita’ di non gravare con ulteriori spese di stampa il bilancio (nei tre giorni di sciopero non si sarebbe comunque andati in stampa), si configura come una ritorsione inaccettabile specialmente perche’ sia il Cdr sia il sottoscritto nel numero oggi in edicola avevamo destato la pubblica attenzione su alcuni aspetti poco chiari nelle modalita’ e nelle procedure di liquidazione stessa. Tale convincimento e’ suffragato anche dal fatto che il liquidatore, con scelta “totalitaria”, annuncia anche la cessazione dell’attivita’ online che non ha e non puo’ avere alcun costo giornaliero sensibile ai fini del bilancio. Una scelta quindi solo dovuta alla volonta’ di mettere i bavagli alla redazione e al direttore dell’Ora”.