Sospensione Scopelliti, il Viminale fa chiarezza: “nulla osta già firmato il 18 aprile”

++ Governo:Alfano,non credo fino 2018 ma può fare cose ++Il nulla osta riguardante la sospensione del presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, di competenza del ministro dell’Interno, e’ stato firmato venerdi’ 18 aprile“. Lo comunica il Viminale in riferimento all’articolo di “Repubblica” in cui sulla vicenda si parla di uno scontro Lanzetta-Alfano. Nell’articolo ‘Repubblica’ scrive che il ministro degli Affari regionali Maria Carmela Lanzetta, “stanca” di aspettare che il ministro Alfano porti in Consiglio dei ministri la richiesta di sospensione per Scopelliti, condannato a sei anni per abuso di ufficio, ha scritto al sottosegretario Delrio. Ma, secondo il Viminale, non c’e’ stato nessun ritardo. “Dalla nascita di questo Governo, il 22 febbraio scorso, il ministro Alfano – aggiunge il Viminale – ha dato il suo nulla osta anche alla sospensione di Paolo Castelluccio (PDL), consigliere regionale della Basilicata, pervenuta al ministro il primo aprile, dopo che era in pendenza agli Affari Regionali gia’ dal 16 gennaio ed era divenuta di competenza del nuovo ministro il 22 febbraio“. Nulla osta anche per “Fabiano Amati (PD), consigliere regionale della Puglia, pervenuta il 26 marzo, nonostante la segnalazione del prefetto fosse arrivata agli Affari Regionali il 14 marzo“. “Solo nel caso del presidente Scopelliti - sottolinea il Viminale – il ministro degli Affari Regionali ha inviato la comunicazione entro le ventiquattr’ore successive alla segnalazione del prefetto. Il ministro dell’Interno, dal canto suo, ha provveduto gia’ la scorsa settimana e secondo i tempi di prassi, alla sottoscrizione del nulla osta“.