Siderno (RC): i lavori di ripristino del lungomare prenderanno il via dopo Pasqua, la Provincia stanzia oltre 300 mila euro

siderno lungomareLa Provincia compie un altro importante passo per garantire ai cittadini di Siderno di riappropriarsi  del  loro lungomare seriamente danneggiato dalle mareggiate dello scorso inverno. L’Ente presieduto da Giuseppe Raffa, infatti,  ha deliberato di autorizzare il Consorzio di Bonifica  “Alto Jonio reggino”  a realizzare le  opere  di ripristino, di messa in sicurezza e di contenimento del nastro stradale  la cui cancellazione aveva inferto una grave ferita  alla passeggiata a mare della cittadina ionica.  I lavori  inizieranno subito dopo Pasqua  per essere ultimati  entro sessanta giorni. Per  garantire l’intervento, la Giunta  Provinciale ha deliberato un impegno di spesa  di oltre trecentomila euro, cento in più rispetto  a quanto era stato stabilito nel corso di un vertice, svoltosi nei mesi scorsi tra il Presidente Raffa, i Commissari prefettizi e il dirigente dell’ufficio tecnico del Comune ionico. La delibera assunta nella tarda mattinata di oggi accelera le procedure d’avvio dei lavori per restituire ai sidernesi, agli abitanti del comprensorio e ai villeggianti, già dalla prossima estate, uno dei tratti più belli della costa reggina.  L’accordo tra Provincia e Consorzio prevede l’utilizzo di oltre 50 operai.

“La Provincia – dice il presidente Giuseppe Raffa – con quest’altro atto amministrativo ha mantenuto gli impegni  assunti sia con i cittadini sia con la terna commissariale. L’intervento rappresenta  una forte e tempestiva azione tesa a rimuovere gli ostacoli  per salvare la stagione estiva  in un territorio  la cui economia, in prevalenza, si basa sul turismo.  Si tratta di un primo intervento che va in direzione delle aspettative dei cittadini che ci chiedevano di non essere abbandonati di fronte alla distruzione provocata dalla mareggiata di febbraio. Negli ultimi mesi sono stato diverse   volte a Siderno:  ho  dialogato con i cittadini e con le istituzioni locali, con le forze produttive e  con il mondo dell’associazionismo.  Tutti assieme  abbiamo dato vita a lavoro sinergico che   si conclude in modo positivo e, ne sono certo, con una maggiore fiducia dei cittadini nei confronti delle istituzioni locali ”.