Sicilia: l’ex assessore al territorio scrive al suo successore: “continua il mio lavoro”

Mariarita SgarlataUna lettera aperta per chiedere attenzione per Agrigento, ”dando continuita’ a quanto fatto oggi”. A scriverla al neo assessore regionale siciliano al Territorio ed ambiente, Mariarita Sgarlata, e’ il suo predecessore non riconfermato nel Crocetta bis, Mariella Lo Bello. L’ormai ex esponente della Giunta regionale nella missiva chiede che si tenga alta l’attenzione sul futuro del colle di San Gerlando e sulle condizioni della Cattedrale. Una lettera accorata attraverso la quale si ripercorre il lavoro svolto e si sottolinea come la ”macchina” messa in moto in questi mesi non possa e non debba essere interrotta. ”Durante il mio periodo di servizio – scrive Lo Bello di origini agrigentine – ho lavorato con passione e attenzione per far si’ che dopo anni potessero essere trovati i fondi per affrontare una grande emergenza come il dissesto del colle della chiesa di San Gerlando”. Un impegno che ha permesso di rendere disponibili 25 milioni di euro (di cui 5 da delibera, piu’ venti derivanti da economie) per finanziare il progetto. Somme a cui, spiega l’ex assessore ”preventivammo un’ulteriore investimento da 15 milioni di euro, rispetto ad un costo complessivo di circa 40 milioni. Progetti e risorse che serviranno per salvare la mia chiesa Madre e il mio centro storico. Il tuo ruolo in questa vicenda sara’ cruciale, e so che con particolare cura e competenza potrai affrontarlo: come ex assessore ai Beni culturali, so che agirai per preservare una risorsa culturale e monumentale di primaria importanza come la Cattedrale e come neo assessore al Territorio e Ambiente potrai agire dando continuita’ a quanto fino ad oggi fatto perche’ i miei concittadini che abitano nel cuore antico della citta’ possano finalmente vivere sereni, senza il timore che quel costone, che oggi e’ in bilico, possa decidere di venir giu’. Cara Mariarita, ti chiedo – conclude Lo Bello -: prenditi cura della mia Agrigento”.