Si finge donna sul web per ricattarlo: condannato a tre anni 41enne messinse

BANCONOTE SOLDI DENAROSi finge una ragazza per estorcere 100 euro da utilizzare in ricariche telefoniche a un friulano, un meccanico di 28 anni, che infine ha denunciato la vicenda facendo condannare il responsabile del ricatto, M.A., di 41 anni, di Messina. Il verdetto e’ stato emesso oggi: dal giudice monocratico del tribunale di Udine Maria Rosa Persico a 3 anni, 4 mesi e 10 giorni di reclusione per estorsione, consumata e tentata. L’uomo era difeso dall’avvocato Andrea Coluccia. Il primo contatto tra i due era avvenuto poco prima del 14 febbraio 2010, con l’invio di un mms sul cellulare del giovane friulano con allegata la foto di una ragazza indirizzata a un fantomatico fidanzato al quale chiedeva una ricarica per la festa degli innamorati. Il friulano aveva risposto segnalando un presunto errore, ma “Lara” gli aveva proposto di fare conoscenza, con scambio di sms e mms, fino alla richiesta di soldi. Per ottenere una ricarica da 100 euro la presunta ragazza aveva minacciato di denunciare il giovane alla Polizia postale per stalker. Minacce continuate a lungo fino a quando il giovane ha segnalato l’accaduto ai carabinieri.