Shock in Usa: a 2 anni trova pistola, spara e uccide sorella

pistolaUna pistola lasciata incustodita sul frigorifero e un bimbo di soli due anni che si ritrova killer involontario della sorella di undici. Sono gli ingredienti dell’ennesima tragedia delle armi che si e’ consumata negli Stati Uniti, a Filadelfia, in un’abitazione del noto quartiere dei musei. Lo shock per quanto accaduto e’ enorme. Il bambino aveva appena imparato a camminare e a parlare, ed e’ rimasto vittima dell’incoscienza degli adulti. Ha preso la pistola pensando fosse un giocattolo, e non una micidiale calibro 357. Questione di un attimo, e accidentalmente e’ partito un colpo che ha preso in pieno la sorella di undici anni che si e’ trovata nella direzione del proiettile finito dritto al cuore, uccidendola. Al momento della tragedia la madre era in casa con tutti i suoi quattro figli, due femminucce e due maschietti rispettivamente di 14, 11, 7 e 2 anni. Tutto e’ avvenuto in pochi minuti, il tempo di assentarsi per andare in bagno. Il piu’ piccolo ha visto la pistola che inizialmente si trovava incustodita sul frigorifero e che il fratello piu’ grande aveva forse preso. La sfortuna e l’incoscienza hanno voluto che quell’arma fosse carica. Inutile la corsa verso l’ospedale. La ragazzina di 11 anni colpita a morte e’ deceduta una ventina di minuti dopo l’incidente. L’esatta dinamica non e’ ancora chiara. Secondo la polizia pare che l’arma sia stata portata in casa dal fidanzato della donna, che le aveva fatto visita la mattina presto, e poi poggiata sul frigorifero. Sembra anche che il piccolo non sia stato l’unico a giocarci, ma lo abbiano fatto anche gli altri fratelli. Visto che la madre portata al distretto di polizia non ha collaborato, gli agenti sono riusciti a risalire all’autore dell’omicidio grazie alla polvere da sparo trovata sul braccio del bambino e alle bruciature causate dal colpo.