San Ferdinando (Rc), il 26 aprile l’incontro “SLA: dalle scoperte genetiche alle politiche di assistenza quali speranze per i malati?”

AISLAI rappresentanti di AISLA, provenienti da tutta Italia, si sono riuniti a San Ferdinando per fare il punto sulla SLA. Sabato 26 aprile, alle 14 e 30, presso Le Dune Blu resort, Baia dei Pini 89026 San Ferdinando (RC), si terrà l’incontro “SLA: dalle scoperte genetiche alle politiche di assistenza quali speranze per i malati?”.

AISLA, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica ha scelto quest’anno San Ferdinando per l’Assemblea nazionale, il tradizionale appuntamento annuale che vede riuniti i rappresentanti dell’Associazione provenienti da tutta Italia. Il 26 aprile a partire dalle ore 14.30, nell’ambito dell’assemblea si terrà l’incontro “SLA: dalle scoperte genetiche alle politiche di assistenza quali speranze per i malati?”. Rappresentanti dell’Associazione ed esperti si confronteranno sulle più recenti scoperte scientifiche che aprono nuovi scenari per lo sviluppo della ricerca e sulle problematiche legate all’assistenza dei pazienti. L’appuntamento sarà occasione per annunciare il nuovo consiglio direttivo dell’Associazione.

Programma:

• h 14.30 Saluti Istituzionali

• h 14.45-15.00
La SLA: le scoperte genetiche come stanno cambiando l’approccio alla
malattia?
Mario Sabatelli (Policlinico Gemelli, Roma)

• h 15.00-15.10: domande aperte

• h 15.10-15.40
La SLA: quali speranze dalle attuali o future sperimentazioni?
Christian Lunetta (Centro Clinico Nemo, Milano)

• h 15.40-15.50: domande aperte

• h 15.50-16.20
AriSLA: la ricerca dell’eccellenza
Mario Giovanni Melazzini (AriSLA)

• h 16.20-16.50: domande aperte
La SLA: emblema della complessità clinica. Come affrontarla?
Sonia Messina (Centro Clinico Nemo Sud, Messina)

• ore 16.50-17.00: domande aperte

  • ore 17.00-17.30: La SLA: quali risvolti psicologici per il paziente e il suo caregiver?

Gabriella Rossi (Centro Clinico NEMO, Milano)

• ore 17.30-17-40: domande aperte