Ryanair, il manager della compagnia aerea Alborante: “Per noi la Calabria è un buon cliente”

AlboranteIl 2014 si annuncia per Ryanair ricco di risultati sul piano operativo, con un forte aumento dei volumi di traffico e di passeggeri. Lo dice ai giornalisti John Alborante, Sales & Marketing Manager per l’Italia della compagnia low cost, sottolineando la “forte attenzione di Ryanair per la Calabria” e la sua “convinzione che la presenza nella regione della compagnia non potrà che produrre effetti estremamente soddisfacenti”.

Ryanair, che opera in Italia ormai dal 1998, negli ultimi anni ha rafforzato sempre più la sua presenza in Calabria, ponendo al centro della sua attività Lamezia Terme, diventato dal dicembre dello scorso anno aeroporto base della compagnia.

“Nel 2013 – spiega Alborante – sono transitati dall’aeroporto di Lamezia, con la nostra compagnia, un milione e 200 mila passeggeri. Un risultato estremamente significativo che quest’anno vogliamo ulteriormente incrementare”. Dalla Calabria Ryanair effettua, per quanto riguarda l’estero, due voli settimanali per Bruxelles, due per Dusseldorf, due per Francoforte e tre per Londra. Per quanto concerne il traffico nazionale, i voli settimanali sono 23 per Milano (Orio al Serio), 14 per Roma, 11 per Bologna, nove per Pisa e sette per Treviso. “La Calabria per noi – dice ancora il manager di Ryanair – si sta rivelando sempre più un buon cliente. I nostri voli sono sempre pieni, le prenotazioni aumentano e la fiducia da parte della clientela si consolida di giorno in giorno. In questo senso ci aiutano sicuramente le innovazioni che abbiamo introdotto per ridurre sempre più le limitazioni per i nostri passeggeri, che possono oggi utilizzare un doppio bagaglio a mano e non più uno soltanto, come avveniva in passato, ed un maggior confort a bordo dei nostri aerei. In nostro favore, inoltre, gioca la bassa percentuale di ritardi e voli cancellati. Abbiamo anche dalla nostra la mancanza di rivendicazioni da parte del personale dipendente e la conseguente assenza di scioperi”. È stato anche superato da tempo, fa capire ancora Alborante, quel pregiudizio psicologico che un tempo caratterizzava i passeggeri nei confronti delle compagnie low cost, e quindi anche di Ryanair. “Sul piano della sicurezza – dice ancora senza mezzi termini il manager della compagnia aerea irlandese – non siamo assolutamente secondi a nessuno. Ma questo ormai i nostri passeggeri lo sanno perfettamente“.