Rosarno (RC): domenica 6 aprile si apriranno le porte del Museo Archeologico di Medna

p037_0_00_01Un significativo evento allieterà tutta la cittadina di Rosarno domenica prossima, 6 aprile. In questa giornata, infatti, verrà finalmente inaugurato il Museo Archeologico di Medma.

Ben 100 anni fa l’archeologo Paolo Orsi, dopo aver condotto vari scavi nella zona, arrivò alla conclusione che Rosarno si erigesse sull’antica città di Medma, importante detentrice della cultura magno-greca che ci contraddistingue.

Frutto del lavoro e dell’impegno profuso da varie parti, dalla Provincia alla Soprintendenza alle Antichità per la Calabria, rappresentata da Simonetta Bonomi, dalla Direttrice dell’area di Medma, Maria Teresa Iannelli ai vari tecnici e alle maestranze, l’apertura del Museo, garantita da attenti lavori di ristrutturazione che proseguono sin dal 2005 (intralciati da intoppi burocratici e vari ritardi) rappresenta un grande orgoglio non solo per Rosarno, ma anche per l’intera Calabria, per il nostro patrimonio artistico.

L’articolato programma prevede una serie di incontri: alle ore 11.00, presso l’Auditorium comunale, interverranno, insieme al Sindaco di Rosarno, Eliabetta Tripodi, anche il Ministro per gli affari Regionali, Maria Carmela Lanzetta; Claudio Sammartino, Prefetto di Reggio Calabria; il Presidente della Provincia di Reggio, Giuseppe Raffa; Mario Caligiuri, Assessore alla Cultura della Regione Calabria; il Rettore dell’Università “Mediterranea” di Reggio, Pasquale Catanoso; Simonetta Bonomi, Soprintendente per i Beni Archeologici della Calabria e il poeta Bruno Stelitano. Inoltre è prevista la presenza di uno dei più illustri figli di Rosarno, archeologo e studioso di fama mondiale, Salvatore Settis, professore emerito della scuola “Normale” superiore di Pisa, e Presidente del Consiglio Scientifico del Museo del Louvre di Parigi. A seguire, subito dopo gli interventi, si svolgerà la Cerimonia di inaugurazione del Museo Archeologico Medma in via Filippo Medma.