Regione Calabria, Tripodi: “Sostengo con forza le ragioni che spingono alla mobilitazione Coldiretti”

calabria1“Condivido appieno e sostengo con forza le ragioni che spingono alla mobilitazione Coldiretti e tutti gli agricoltori calabresi a difesa di un comparto trainante per l’economia della nostra regione”.
E’ quanto afferma il consigliere regionale Pasquale Tripodi che “aderisce all’iniziativa in programma domani 29 aprile a Catanzaro”.
“L’agricoltura e la filiera agroalimentare rappresentano i segmenti produttivi che in questi anni hanno dato importanti segnali di vivacità rispetto ad una crisi che ha stretto nella sua morsa tutti i settori senza distinzione alcuna. Merito dell’impegno e della dedizione dei lavoratori nonché dei sindacati di categoria che si sono battuti strenuamente per rivendicare la giusta attenzione da parte delle Istituzioni e nuove opportunità di crescita legate anche all’efficace utilizzo dei fondi comunitari” – sottolinea il consigliere regionale.
Secondo Tripodi: “La sfavorevole congiuntura economica deve essere bypassata puntando su una programmazione economica di lungo respiro che abbandoni una volta per tutte la logica dell’emergenza, fino ad oggi, fonte di guasti e di visioni miopi che hanno senz’altro compromesso le enormi potenzialità di sviluppo del nostro territorio”.
“Concordo assolutamente con le indicazioni di individuare – alla luce dell’esiguità delle risorse a disposizione – alcune priorità da perseguire con tenacia e determinazione, accogliendo le istanze del partenariato, e realizzando quell’unità di tutte le categorie produttive della Calabria in grado di realizzare la vera svolta nell’economia della regione. La manifestazione che, sono certo, registrerà ampia partecipazione – conclude il consigliere Pasquale Tripodi – costituisce una ulteriore conferma di un cambiamento in atto in direzione del protagonismo positivo e del senso di responsabilità delle forze produttive della nostra regione che hanno saputo innovare e aprirsi alla modernità conservando valori, storia e tradizioni”.