Regione Calabria, Imbalzano: “Soddisfatto per l’istituzione del ‘Distretto Agroalimentare di Qualità’ della Piana di Gioia Tauro”

images11“Esprimo la mia particolare soddisfazione per l’approvazione da parte della Giunta regionale del progetto che istituisce il ‘Distretto Agroalimentare di Qualità’ della Piana di Gioia Tauro, sul quale, a partire dall’imminente seduta della Commissione da me presieduta, è auspicabile venga espresso il parere positivo, obbligatorio e vincolante, come è nelle attese dell’intera Piana”.
È quanto afferma il presidente della Commissione “Bilancio, Attività Produttive e Fondi Comunitari” Candeloro Imbalzano che aggiunge: “Con questi atti, si completa un percorso virtuoso iniziato fin dal 2011, che ha visto anzitutto il sinergico lavoro tra Dipartimento all’Agricoltura, guidato dall’assessore Trematerra- al quale va il mio apprezzamento per l’impegno profuso- e la seconda Commissione, che nella seduta del 21.11.2013, aveva all’unanimità votato per la sua istituzione, e che hanno voluto fortemente l’iniziativa indispensabile per un forte salto di qualità dell’agricoltura pianigiana”, aggiunge Imbalzano per il quale “un lavoro prezioso hanno svolto le associazioni produttive di categorie, il GAL, le organizzazioni dei produttori, il Consorzio di Bonifica Tirreno-Reggino, il mondo cooperativo, l’ordine degli Agronomi, la Provincia, i sindaci dei Comuni aderenti, il Parco dell’Aspromonte, tutti soggetti promotori e protagonisti di questo processo che non ha precedenti nella provincia di Reggio ed al quale si sono aggiunti, intelligentemente ed in corso d’opera, i Comuni dell’Area dello Stretto”.
“Obiettivi strategici sono la valorizzazione delle risorse locali, secondo una logica di filiera e la creazione di occupazione duratura, trattandosi di un progetto costruito dal basso, che fruirà di una governance innovativa, tale da permettere di affrontare le problematiche strutturali della nostra agricoltura, legando anche ambiente e storia”, aggiunge il presidente Imbalzano, sottolineando “il grande risultato, frutto di una programmazione seria, che si avvarrà delle risorse comunitarie 2014-2020 e che- auspichiamo a breve- sfocerà nella costituzione della Società di Gestione del Distretto”.