Reggio: vertice tra Poste Italiane e prefetto Chiusolo. In via Gebbione apertura anche al pomeriggio

Prefetto Chiusolo (800x600)Il direttore della filiale di Poste Italiane di Reggio Calabria, Carolina Picciocchi, ha incontrato a Palazzo San Giorgio il Prefetto Gaetano Chiusolo, coordinatore della Commissione Straordinaria del Comune,  nell’ottica di un costante e proficuo rapporto di collaborazione con l’Ente,  per rispondere in modo efficace alle esigenze dei cittadini.

La dirigente di Poste ha comunicato al Prefetto Chiusolo l’apertura del turno pomeridiano dell’ufficio postale di Reggio/11, in via Gebbione, a partire da lunedì 7 aprile.

“L’obiettivo di Poste – ha spiegato la Picciocchi – è aumentare la qualità del servizio erogato ai cittadini, e contribuire anche all’abbattimento dei tempi di attesa agli sportelli. Sale così a sette il numero degli uffici aperti il pomeriggio in città, a cui si aggiungono quelli di Pellaro e Catona.

I cittadini potranno comunque trovare in tutti gli uffici postali anche il «semaforo dinamico», un utile strumento pensato per aiutare il cliente a scegliere i giorni e gli orari di minore affluenza nell’ufficio postale, indicando le previsioni dei flussi mensili di clientela sia per singolo giorno che per fasce orarie”.

L’incontro ha fornito anche l’occasione alla responsabile provinciale dell’azienda,  per informare il Prefetto Chiusolo sulle ultime novità introdotte da Poste Italiane nel campo dei servizi digitali evoluti, e come gestore di “open data”, destinate alla Pubblica Amministrazione e alle imprese.

Al termine del cordiale incontro, il Prefetto Chiusolo ha salutato la dott.ssa Picciocchi rinnovandole i complimenti per l’iniziativa e manifestando, al contempo, i sentimenti di stima che contraddistinguono il rapporto professionale  con la direttrice provinciale di Poste Italiane che, con solerte spirito di servizio, opera  quotidianamente a favore della collettività.