Reggio, un lettore denuncia lo scandalo dei venditori ambulanti abusivi di Palme

Domenica-delle-Palme“Ed ecco che dopo il coleottero rosso è arrivata la domenica delle palme, oggi grazie anche all’ indifferenza di chi dovrebbe tutelare i cittadini onesti e far rispettare le leggi (vigili urbani ecc…) si sta consumando l’ennesimo scempio per le strade di Reggio Calabria, in giro si trovano innumerevoli banchetti dove si vendono le figure fatte con le foglie giovani di palme e dove non si paga neanche un centesimo di tasse, tutto alla faccia di chi cerca di lavorare onestamente (fiorai ecc…); mi domandavo perché fare decreti sul problema del punteruolo rosso se poi chi deve far rispettare le leggi non fa niente anzi è complice dell’ illegalità comprandosi le palme o voltandosi facendo finta di non vedere; ricordo che queste persone sono pagate dai cittadini per fare il loro lavoro e non per aspettare il 27 giorno della busta paga”: a scriverlo è un lettore di StrettoWeb che chiede chiarezza su una questione atavica e scottante.
“Notavo inoltre in quest’ultimo periodo un proliferare ad ogni angolo della città di venditori ambulanti, chissà se tutti sono in regola con i registratori fiscali, ma suppongo di sì visto i controlli a tappeto che si stanno facendo !!!
Concludo quindi che forse sia meglio consigliare a tutti i commercianti di fare lo stesso, risparmiando così un sacco di soldi sia in tasse che in affitti, tanto non c’è nessun problema visto la situazione in città.
PS. Ma forse saranno invisibili !!!!”