Reggio, si riapre il Parco Caserta: presentato stamane il programma di “Naturalmente al Parco”

10172647_10203354694048889_239443083_nQuesta mattina, presso la sede di Confcommercio di Reggio Calabria, è stata presentata un’iniziativa di notevole importanza per la città, per i suoi abitanti e soprattutto per gli amanti dello sport e delle attività all’aria aperta. “Naturalmente al Parco” è lo slogan prescelto per l’occasione, che vedrà domenica prossima, 6 aprile, snodarsi all’interno del Parco Caserta varie attività di gioco, relax e sport.

L’intero impianto del Parco, come è noto, è chiuso da circa un anno per questioni legate alla criminalità organizzata, a causa delle quali è stata sottratta al vecchio gestore l’amministrazione della struttura.

Attraverso l’iniziativa presentata stamane – ha chiarito il Presidente della Confcommercio, Giovanni Santoro, presente in prima fila all’incontro, riferendosi alla chiusura del Parco – vogliamo trasmettere un messaggio forte, ossia che i cancelli chiusi, come sono quelli del Parco Caserta, significano potere e questa, per noi, non è una cosa concepibile. La Confcommercio – continua Santoro – si fa oggi portavoce di una iniziativa promossa dalle Federazioni sportive, vogliamo essere dei guardiani civili, come lo siamo stati nella vicenda del Porto di Gioia Tauro, con il problema di una piazza nel comune di Melito Porto Salvo, come lo saremo tra una settimana a Cinquefrondi, come lo siamo stati ancora con Marina di Gioiosa Ionica o con la circostanza di blocco in cui si trova la seggiovia di Gambarie. Io personalmente – ipotizza il Presidente – sarei rallegrato nel vedere che un Parco che appartiene alla città, ma che la città non sente come proprio da troppo tempo ormai, si trasformi in un luogo di ritrovo per giovani, famiglie, anziani, che devono avere la possibilità di visitare un Parco pulito, ben organizzato, con sentieri fruibili, adatti anche alle persone disabili, in cui si potrebbero creare dei percorsi naturalistici con minerali liberi, all’interno del quale si potrebbe sfruttare lo spazio per delle fiere, dei concerti in estate, o anche per vendere i prodotti a Km 0, un desiderio espresso dalle associazioni di agricoltori”.

IMG_20140403_102534Insieme a Santoro, stamane, si sono riuniti in un unico tavolo anche il Presidente Regionale del Coni, Mimmo Praticò, Carmen Stracuzza, Dirigente Qualità ambientale del Comune di Reggio, il Presidente Provinciale del Coni, Antonio Laganà, Roberto Cardonà, Presidente Federazione Italiana Sport Equestre e Marisa Lanucara, Direttore della Federazione Italiana Hockey e pattinaggio, colei da cui è partita l’idea del progetto in questione.

Lo Sport – come ha ben precisato il Presidente  del Coni, Praticò – è un diritto sacrosanto per i cittadini, è anche previsto all’interno della Costituzione e – sempre a detta del Presidente – è inconcepibile che un impianto sportivo rimanga chiuso soprattutto la domenica”.

L’idea iniziale, a tal riguardo, è quella di aprire le porte del Parco a tutti i cittadini, in maniera assolutamente gratuita, proprio la domenica, un giorno in cui molti cittadini reggini, non solo sportivi, non hanno idea di dove andare, di dove riunirsi, in quale posto, oltre il corso e la via marina, poter passeggiare o dare sfogo alle proprie passioni sportive.

Ed è soprattutto per trasmettere un messaggio ancora più forte di questo, per poter dare alla nostra città una speranza un più, che tra mercoledì e giovedì prossimo uscirà un bando elaborato dalla Giunta commissariale, di cui la Dottoressa Camen Stracuzza si è fatta oggi portavoce: “Parteciperanno al bando – spiega la Stracuzza – associazioni senza scopo di lucro; il fine è quello di ‘esternalizzare’ gli impianti sportivi cittadini, verso cui la Giunta si assumerà ogni onere di natura economica, ossia al gestore dell’impianto non verrà richiesto nulla.”

Non tutti gli impianti, però, saranno integralmente “protetti” da questo aiuto; saranno 4 le strutture, infatti, a dover sorreggersi su un pagamento minino di canone: la struttura Sportiva di Croce Valanidi, che verrà messa per ultima a gara, quella di Modena, il Pala Calafiore e il Parco Caserta.

Quello che si auspica non è solo il rafforzamento del valore dello sport – aggiunge la Dottoressa – ma anche di quello dell’aggregazione, del ripristino e della tutela degli spazi verdi. Adesso non dobbiamo più piangerci addosso, ma reagire e agire. Io spero che entro settembre tutti gli impianti della città saranno finalmente aperti, ci sto mettendo la faccia per portare avanti tale convinzione, anche attraverso la firma di bandi come questo”.

L’importanza di tutelare le aree verdi, il “polmone” della città, è stata ribadita anche dal Presidente Provinciale del Coni, Antonio Laganà: “La prima cosa da fare – ha detto – è quella di bonificare la zona del Parco Caserta, perché qualsiasi persona gestisce un impianto che viene messo a disposizione della cittadinanza, deve trattare questo stesso impianto come se fosse casa propria”.

Ovviamente, come più volte ribadito anche dai protagonisti dell’incontro, un ruolo centrale l’assume la partecipazione attiva di tutti i cittadini, che non devono più rimanere a guardare ciò che accade, ma riappropriarsi della propria città, della propria vita.

Noi come Federazione – ha aggiunto Roberto Cardonà, Presidente Federazione Italiana Sport Equestre – per l’iniziativa di domenica abbiamo messo a disposizione i nostri istruttori e le nostre strutture. A tal proposito – continua Cardonà – verrà istallato all’interno del Parco un mini-maneggio, che ospiterà tre cavalli, tra cui due pony, su cui i bambini e i giovani potranno godere di una piacevole cavalcata all’aria aperta. Nella pista accanto, invece, ci saranno i pattinatori”.

A concludere i lavori la Dottoressa Lanucara, Direttore della Federazione Italiana Hockey e pattinaggio,  che ha voluto rimarcare un aspetto in particolare sulla concezione del Parco Caserta: “Per molto tempo si è parlato, in riferimento al Parco, solo di piscina e di palestra, ma quella zona è anche Parco, appunto, verde, natura, ed è da qui che è nato il nome ‘Naturalmente al Parco’, proprio per sottolineare questo punto. Noi come Federazione siamo stati sempre diretti protagonisti nella nostra città, si ricordi solamente i Campionati italiani del 2007, per cui sono arrivati a Reggio più di 6.000 persone, o anche i Campionati Europei per il Pattinaggio Artistico del 2012, grazie ai quali la città è stata sotto i riflettori di tutte le tv nazionali. Adesso – conclude la Lanucara – la proposta che voglio fare è quella di invitare tutti i  Presidenti delle Federazioni a presentare un unico progetto per la città al Comune, un progetto che possa partecipare, insieme agli altri, al bando esposto dalla Dottoressa Stracuzza”.

Grandi progetti, insomma, e grandi propositi esposti stamane. Per quanti volessero sapere di più sul programma di eventi di “Naturalmente Parco”, ecco le varie date:

– 6 aprile:  giochi all’aria aperta per tutte le famiglie.

– 21 aprile: Pasquetta “Naturalmente al Parco”

– 4 maggio: “Naturalmente al Parco” con tutte le Federazioni Sportive e con Federestetica

(Tra questi eventi, la Dottoressa Lanucara, ha reso noti ai presenti altri due giorni importanti per il Parco, non ancora comunicati in maniera ufficiale, il 12 e il 13 aprile, date in cui si svolgeranno i Campionati Regionali di pattinaggio).