Reggio, presentata la manifestazione di giovedì del NCD a piazza Duomo “la Calabria prima di tutto”

10169181_1409856292616656_1934325143_nContenuti ed obiettivi della manifestazione “La Calabria prima di tutto”, che avra’ luogo in Piazza Duomo a Reggio Calabria giovedi’ 10 aprile alle 18, cui parteciperanno alcuni tra gli esponenti di vertice del Nuovo centrodestra, sono stati presentati nel corso di conferenze stampa che si sono svolte nei cinque capoluoghi di provincia da assessori e consiglieri regionali. A Cosenza vi hanno partecipato l’assessore alle Infrastrutture ed ai lavori pubblici Pino Gentile, il capogruppo del Ncd in Consiglio Gianpaolo Chiappetta, il consigliere regionale Fausto Orsomarso ed il responsabile regionale della Protezione civile Giovanni Dima. “La manifestazione prevista a Reggio – ha sostenuto Gentile – ha un significato chiaro reso peraltro ed immediatamente evidente dallo stesso titolo scelto. In un momento nel quale, con polemiche inutili ed argomenti inconsistenti, in tanti si affrettano a dichiarare conclusa l’esperienza del centrodestra al governo della Regione e’ bene evidenziare come le scelte di questa maggioranza, e del Nuovo Centro Destra in particolare, abbiano come unico riferimento e preoccupazione i destini e lo sviluppo dellaCalabria”.

Tilde Minasi, Daniele Romeo e Luigi Fedele a Reggio

Tilde Minasi, Daniele Romeo e Luigi Fedele a Reggio

“A noi – ha dichiarato Chiappetta – qualche anno fa e’ toccata la gravosa e difficile responsabilita’ di governare una Regione in drammatico ritardo e con alcuni problemi divenuti patologici e pericolosi per la tenuta stessa dell’istituzione regionale e della sua complessiva organizzazione. Abbiamo percorso questi anni senza strizzare l’occhio al facile consenso ed a quell’immobilismo trasversale che tante volte ha garantito sicure e redditizie rendite di posizione; abbiamo governato ed ottenuto risultati che se vi fosse onesta’ intellettuale dovrebbero essere qualificati come eclatanti. Su tutti vale citare il percorso di riforma, risanamento e riorganizzazione del sistema sanitario, quel mostruoso debito che schiacciava il sistema sanitario e’ finalmente un lontano ricordo ed oggi con l’equilibrio di bilancio raggiunto e’ possibile programmare, sbloccare il turn over, eliminare addizionali e prevedere investimenti”. “Ma – ha dichiarato Orsomarso – quello in campo sanitario e’ solo uno dei risultati, vorrei citare altri esempi come la drastica riduzione dei costi della politica o specifici provvedimenti di gestione amministrativa come il salvataggio di Ferrovie della Calabria o l’inserimento degli scali aeroportuali calabresi nei Piani di sviluppo nazionali. Per non parlare degli sforzi destinati a ridurre il bacino della precarieta’, dell’interlocuzione responsabile con Anas per l’accelerazione dei lavori sulla A3. Sono solo alcuni esempi rispetto all’impressionante mole di lavoro portato a termine; oggi ci troviamo di fronte ad una difficolta’ politica generata da fattori esterni e nello specifico dalla sentenza che ha posto il Presidente Scopelliti, al quale ribadiamo tutta la nostra vicinanza e solidarieta’ umana e politica, di fronte a scelte difficili e che nulla hanno a che vedere con quel consenso dei cittadini che riteniamo essere ancora maggioritario nei confronti del centrodestra”. “A Reggio Calabria – ha concluso Dima – diremo con forza tutte queste cose e denunceremo il tentativo, in atto in queste settimane, di gettare discredito su un’esperienza di governo assolutamente positiva e che non puo’ nemmeno lontanamente essere paragonata a quelle del centrosinistra. Naturalmente c’e’ amarezza per l’automatismo imposto da una sentenza che riteniamo ingiusta ed abnorme e che obbliga il Presidente Scopelliti ad arretrare rispetto ad un’amministrazione della Regione nella quale ha fatto un ottimo e coraggioso lavoro. Il Nuovo centrodestra calabrese, il cui protagonismo nazionale e’ noto a tutti, e’ e rimane assolutamente determinato nel cogliere i frutti di questo straordinario impegno nell’interesse della Calabria e dei calabresi”.