Reggio, Longo: “Ciucci non risponde sulle problematiche della SS 682″

Giuseppe Longo”A quattro mesi dalla missiva dell’Anas, in cui il Presidente Pietro Ciucci ci rassicurava circa la rapida messa in sicurezza della SS682, la superstrada Jonio-Tirreno versa ancora in condizioni inaccettabili. Con l’arrivo della stagione estiva, e il conseguente aumento del traffico da e per la costa jonica, riteniamo necessario riportare ancora una volta l’attenzione delle istituzioni e dei media sulla questione”. Lo afferma Giuseppe Longo (Prc), Consigliere provinciale di Reggio Calabria. ”In passato abbiamo piu’ volte rilevato e documentato la pericolosita’ del tracciato a tre corsie, ancora incomprensibilmente privo di separatori di carreggiata (come da normativa europea), nonche’ l’opportunita’ di dotare la Sgc di tutor per la velocita’, una adeguata illuminazione e piu’ frequenti interventi di manutenzione. Nelle nostre precedenti comunicazioni – ricorda Longo – abbiamo allegato testimonianze fotografiche dello stato pietoso in cui si trova soprattutto la tratta tirrenica della SS682: guard-rail obsoleti e fuori norma, danneggiati, assenti e sostituiti da blocchi di cemento, mazzi di fiori adagiati lungo tutto il tracciato in ricordo dei tanti che hanno perso la vita in un tragico incidente, segnaletica inadeguata o danneggiata, ecc. A questa condizione generale va aggiunta l’incompletezza dei lavori di ”ammodernamento” dello svincolo autostradale di Rosarno, ancora, dopo quasi un anno, deficiente di una opportuna segnaletica e privo di illuminazione sul tratto della SS682 che lo serve. Anche a questo proposito, il Presidente Ciucci aveva assicurato un pronto intervento di implementazione, senza tuttavia fino a oggi aver mantenuto la promessa. Non possiamo, dunque – conclude Longo – non condannare, ancora una volta, l’atteggiamento dell’Anas e della sua dirigenza”.