Reggio: l’impegno dei bambini per realizzare un oasi verde a Pellaro [FOTO]

/

photo1Nel giorno in cui tutti i kiwaniani del mondo scendono in campo per adoperarsi in azioni virtuose a servizio della comunità (Kiwanis One Day), i kiwaniani del Club Reggio Calabria, del Kiwanis Junior Reggio Calabria e del K-Kids Cassiodoro Don Bosco Pellaro, si sono ritrovati tutti insieme per dare avvio al progetto “WE BUILD GREEN”. Un giorno speciale per i bambini e per le loro famiglie, per la scuola e per il Kiwanis. Appuntamento svoltosi presso l’Aula Magna della Scuola Elementare Cassiodoro  – Don Bosco,  accolti dal prof. Pasuale Neri nella veste di responsabile del plesso e dalla Maestra Marcella Parrucci in qualità di Responsabile per il progetto K-Kids, l’advisor del K-Kids Natale Praticò ha introdotto e coordinato l’articolato programma della giornata.

Prima di tutto i saluti dei presidenti, a partire dalla piccola Federica Melona in rappresentanza del K – Kids, quindi di Marily Santoro per il Kiwanis Juonior,  di Andrea Guerriero per il KC Reggio Calabria e di Francesco Suraci LGT Governatore della Divisione Calabria 2. Quindi, il Past President Ignazio Romanò ha illustrato il progetto che vedrà impegnati i club e soprattutto i più giovani e giovanissimi nell’adozione dell’area destinata a verde attrezzato e parco giochi sita al centro del popoloso quartiere di Pellaro accanto alla costruenda chiesa parrocchiale, area concessa dalla parrocchia Santa Maria del Lume da destinare al “Parco KIWANIS”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Una piccola oasi – verde che, così come ha illustrato e spiegato dal Dott. Carmelo Musarella, ospiterà molte varietà di piante che richiameranno per essenze e caratteristiche il “Giardino Biblico”. Interessantissimo, infatti, l’approfondimento offerto ai ragazzi dal dott. Musarella che  ha illustrato in modo sintetico e diretto le principali qualità e caratteristiche di tutte le varietà che si potranno domani ammirare visitando il Parco Kiwanis di Pellaro: dalla vite al melograno, dall’ulivo al fico, al mandorllo ed al mirto. Ed ancora: dalla palma da dattero al noce, al carrubbo, al cedro del libano, al cipresso, al gelso, al teberinto, all’albero di giuda e a tante altre tipologie di piante, esaltando l’importanza del progetto che vede centrale la cultura del verde ed il rispetto dello stesso da parte dei cittadini ed in particolare da parte dei bambini.

Al termine della discussione tematica tutti i kiwaniani hanno portato le piante nell’area da arredare a verde e hanno tutti insieme – nonostante le avversità meteoriche – messo a dimora simbolicamente una prima pianta di ulivo. Un progetto che nella giornata del ONE DAY ha così visto la luce tramite l’impegno dei kiwaniani di portarlo a compimento per donarlo alla comunità pellarese in generale, ma in particolare ai bambini che rappresentano per il kiwanis la vera mission del Service nonché l’essenza stessa dell’impegno kiwaniano.