Reggio: l’ANPI lancia il progetto “qualememoria” con Arcigay e Accademia Belle Arti

LOCANDINAIl progetto “qualememoria”, originale ed interamente fondato su adesioni e collaborazioni volontarie, privo cioè di finanziamenti, è nato alcuni mesi fa, verso la fine dell’anno scorso, in occasione di una discussione all’interno dell’A.N.P.I di Reggio Calabria sulla tematica del “Giorno della Memoria” e quindi sulle iniziative da assumere in occasione della “ricorrenza” istituzionale del 27 gennaio 2014.

“E’ soprattutto merito della coordinatrice del nostro “dipartimento memoria”, Maria Cristina Schiavone – si legga in una nota dell’ANPI -, l’idea, e successivamente l’impegno, di cogliere l’occasione del 27 gennaio per andare non solo al di là della “memoria della SHOA'” ma anche e soprattutto per cogliere ed approfondire il fenomeno delle discriminazioni e delle violenze, di cui, nel corso della storia, sono stati vittime donne, uomini e finanche bambini, rei  e portatori soltanto di una loro diversità. Sono stati e sono tutt’oggi, purtroppo, e quindi non soltanto all’epoca del nazifascismo e delle “leggi razziali”.

“L’idea e la prima bozza del progetto, successivamente definito “qualememoria”, sono state dapprima proposte all’Arcigay di Reggio Calabria che non solo ha dato immediata adesione ma ha contribuito a definire ulteriormente la formulazione di un questionario che, in occasione del “Giorno della Memoria”, è stato somministrato a 145 studenti dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, grazie all’adesione ed alla disponibiltà della Direttrice dell’Accademia, Maria Daniela Maisano”.

“Le risposte alle domande proposte dal questionario sono state attentamente lette ed interpretate, al fine di individuare non solo le conoscenze e gli orientamenti di un gruppo significativo di giovani studenti, ma anche al fine di progettare in maniera più consapevole e meditata, la parte finale e quindi il punto di approdo dell’idea di origine. Approdo finale, al quale ha dato un rilevante contributo l’Associazione “Opera Nomadi” di Reggio Calabria, che ha successivamente aderito al progetto.

Grazie all’impegno di tutti i soggetti aderenti, e grazie soprattutto alla passione ed alla professionalità di quanti in Accademia, docenti e studenti, hanno deciso di “spendersi” per realizzare quanto tra qualche giorno i cittadini reggini avranno occasione di “vedere”:

– una mostra che sarà visitabile da mercoledì 9 a mercoledì 16 aprile 2014, negli orari rappresentati nella brochure presso i locali dell’Accademia ;

– un “evento espositivo con performance” che sarà realizzato presso la sala riunioni  A.N.P.I-Athena Teatro. in occasione del giorno di apertura della mostra, mercoledì 9 aprile dalle ore 17.00 alle ore 19.30.”

Questo slideshow richiede JavaScript.