Reggio, i sindacati sull’Atam: “ministro Lanzetta promuova vertice”

atamLe segreterie aziendali di Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl e Orsa dell’azienda trasporti Atam di Reggio Calabria, in una lettera aperta al Presidente del Consiglio, Renzi, e ai ministri Alfano, Lupi e Maria Carmela Lanzetta, rivolgono loro un “accorato appello” sulle sorti occupazionali dell’azienda e chiedono, in particolare, al ministro per gli Affari regionali di promuovere un vertice sulla loro vertenza. I sindacati rilevano, in particolare, “la difficilissima odissea di una delle maggiori aziende di trasporto pubblico calabrese che, con i suoi 350 dipendenti, serve un bacino di 178 mila abitanti con un’utenza giornaliera di 35 mila utenti e circa 1000 piccoli utenti degli scuolabus“. “Da circa quattro anni – prosegue la nota – con insistenza maniacale le organizzazioni sindacali e i lavoratori hanno manifestato ai vari livelli istituzionali Regione, Comune e Prefettura la grave crisi di liquidita’ cui versava l’Atam di Reggio Calabria. Ne sono susseguiti decine di incontri ed altrettanti protocolli di intesa per risolvere la questione, tutti puntualmente disattesi a turno dai vari attori istituzionali“. “Adesso ci piacerebbe sognare e sperare – prosegue la nota – che il Ministro Lanzetta si faccia promotrice di un vertice urgente con i rappresentanti della societa’ civile e dei lavoratori nella nostra citta’ perche’ solo toccando con mano e vedendo con i propri occhi, Renzi, Alfano, Lupi potranno capire come aiutare una citta’ che sta per morire in un’agonia lenta ed inesorabile“.