Reggio, “una città violentata” che “deve ricominciare

Reggio di Calabria-20140423-00588Aprile 2014 in una normalissima giornata di primavera l’occhio attento vigile e non anestetizzato e stordito dall’abitudine al degrado diffusa purtroppo nel reggino medio, osserva riflette e trae le sue conclusioni…….lo sport dove posso praticarlo??? Dove vado a curarmi……dove porterò i miei figli a giocare…… ops attenzione c`è una voragine potrei distruggere la macchina…ma guarda un po`le strisce pedonali mancano quante erbacce…. questi i pensieri tutti univoci nella stessa direzione , l’immagine è triste, è quella di una città “consumata e degradata”, Reggio è una città che DEVE RICOMINCIARE per tutti noi cittadini e per o nostri figli,vi lascio con l immagine di un notissimo edificio che accoglie tutti coloro che entrano nella nostra città (siamo alle spalle del museo) al momento reggio è come quell’edificio spento e cupo, degradato e deserto….

Ad affermarlo in una nota è Valentino Barillà dello staff di comunicazione di “Liberi di Ricominciare”.

liberi di ricominciare