Reggio, Ance: ha preso il via il programma di seminari sulle opportunità della normativa ambientale

imagesLe ultime novità normative in materia ambientale sono state al centro del primo dei quattro seminari tecnici organizzati da Ance Reggio Calabria.
L’appuntamento si è svolto presso il Salone degli Industriali reggini con la partecipazione degli associati e si è sviluppato intorno alla relazione dell’ideatrice di questo ciclo d’incontri, ovvero la geologa Tiziana Giordano. Insieme all’esperta, presenti al tavolo dei relatori anche Francesco Siclari e Antonino Tropea, rispettivamente presidente e direttore di Ance Reggio Calabria.
“Questa giornata di studi – ha dichiarato Siclari – è un’opportunità per tutti noi. La nostra associazione sta lavorando da tempo per creare una rete capace di potenziare le capacità degli operatori del settore. Stiamo vivendo un periodo estremamente critico ma sono convinto che insieme riusciremo a creare le condizioni necessarie per costruire un modello distrettuale per l’edilizia reggina. In questo modo – ha spiegato il presidente di Ance Reggio – potremo attrarre nuove risorse pubbliche a beneficio degli imprenditori efficienti e capaci, fornendo servizi ecosostenibili alla cittadinanza. Abbiamo accolto subito la proposta di Tiziana Giordano di allestire questi seminari tecnici, consci – ha concluso Siclari – che la normativa ambientale non è solo un elenco di obblighi ma anche un’opportunità di crescita”.
L’attuale situazione in cui versa il comparto è stata poi esposta dal direttore Tropea, il quale ha sottolineato che “i costruttori edili vogliono gettare le basi di uno sviluppo ecosostenibile. Le aziende devono adattarsi alle nuove regole, favorendo al loro interno quelle dinamiche idonee a supportare la sostenibilità. I fondi messi a disposizione per l’edilizia pubblica andranno a quei progetti capaci di avere un impatto positivo nei confronti dell’ambiente. Dobbiamo creare un nuovo modo di costruire – ha aggiunto Tropea – e di fare infrastrutture. Ci sono ingenti risorse destinate alla Calabria che rischiano di essere sprecate. Dobbiamo lavorare insieme in un’ottica moderna pensando alle smart city e alla green economy. Una maggiore integrazione tra costruzioni e servizi sarà la visione che ci permetterà di lasciarci alle spalle questa recessione. L’Ance porterà avanti due specifici progetti: Edilnet e Pisl. Il primo sarà un network sull’edilizia della provincia di Reggio Calabria in chiave etica e sostenibile. Il secondo metterà in rete diversi distretti quali energia, ambiente, sistemi produttivi della bioedilizia del legno e dell’agroalimentare. Questi seminari – ha concluso il direttore di Ance Reggio – serviranno a risolvere i piccoli problemi quotidiani e forniranno le basi per essere pronti al cambiamento ecosostenibile”.
Fornire indicazioni operative a quanti operano nel settore edile: questa la mission che caratterizzerà i contributi di Tiziana Giordano lungo tutto il ciclo di seminari. “Gli obbiettivi dei nostri incontri – ha dichiarato la geologa – saranno quelli di identificare e descrivere gli impatti ambientali, gli aspetti normativi correlati e gli strumenti di gestione. Le principali problematiche legate all’attività di cantiere sono il consumo di risorse, l’inquinamento acustico e ambientale, gli sbancamenti e la bonifica di siti. Tutto questo – ha evidenziato Giordano – è regolato da leggi comunitarie, nazionali e locali. Ciò che l’impresa deve conoscere prima di ogni altra cosa è rappresentato dagli obblighi che spesso coinvolgono anche terzi. Nei subappalti, per esempio, spesso c’è il rischio di una corresponsabilità. Quindi l’imprenditore edile – ha concluso la geologa – deve iniziare a ragionare in maniera preventiva cercando di focalizzare gli errori più comuni e conoscere come risolverli alla base. La normativa ambientale è un valore aggiunto per le aziende”.
I prossimi appuntamenti, sempre nella sede di Confindustria Reggio Calabria, sono fissati per l’8, il 15 e il 22 di maggio prossimi.