Reggio: 90 lavoratori della mobilità in deroga lavoreranno per la Provincia

INCONTRO RAFFA LAVORATORI MOBILITA' IN DEROGADalla mobilità in deroga  al lavoro a tempo determinato nei settori e negli  uffici dell’Amministrazione provinciale. Sono i novanta lavoratori che dal prossimo 28 aprile  presteranno  servizio per  la Provincia. Grazie ad un bando regionale, l’Ente guidato da Giuseppe Raffa   utilizzerà questo personale rispetto alle singole  qualifiche e all’esperienza professionale maturata. Il nuovo personale è composto da amministrativi, ausiliari, geometri, ingegneri e avvocati che saranno impiegati presso i vari settori dell’Amministrazione di via Foti.  Gli interessati hanno firmato un contratto di sei mesi, con la prospettiva  di proroga che, tuttavia, dipende dalla  disponibilità di risorse regionali che nell’attuale fase  rappresentano l’80 % del progetto, mentre il rimanente 20% è a carico della Provincia. L’iter  avviato lo scorso anno, originariamente,  prevedeva l’utilizzo di 50 lavoratori appartenenti al bacino della mobilità in deroga, poi  il numero è aumentato di quasi la metà.

I LAVORATORI DELLA MOBILITA' IN DEROGAFin dalla pubblicazione del bando regionale,  il progetto, che ha impegnato il dirigente di settore Francesco Macheda e l’esperto del Presidente  sulle problematiche del lavoro Giuseppe Mazzeo,  è stato seguito dall’assessore al Lavoro Giovanni Arruzzolo   il quale   ha sottolinea come sia stato raggiunto “un obiettivo importante dopo un iter  tortuoso e lungo. Abbiamo superato tante e difficili  problematiche  ed alla fine, grazie  a ulteriori fondi che ci sono stati concessi della Regione, abbiamo  portato a novanta il numero di lavoratori che presteranno servizio presso i nostri uffici. L’obiettivo raggiunto – ha detto ancora l’Assessore al Lavoro – ci gratifica  anche perché dalle pregresse esperienze  l’utilizzazione di lavoratori  appartenenti al bacino degli ammortizzatori sociali ci hanno fornito  dei riscontri positivi in termine di prestazione lavorativa”.

Il Presidente Raffa, che  con  l’assessore Arruzzolo e il dirigente  Macheda, ha incontrato gli interessarti,  ha sottolineato l’impegno della sua Amministrazione “di seguire i lavoratori in questo loro percorso , di non abbandonarli  e di esperire altri importanti tentativi per  una proroga di questa loro attività  occupazionale.  Prima della fine di questo vostro percorso formativo –  ha detto ancora Raffa  ai lavoratori-, sperando  che la legislazione nazionale e quella regionale ci vengano in contro, faremo la nostra parte  per assicurarvi un minimo di tranquillità sotto il profilo economico”.