Reggina: “la vergogna non ci appartiene”. Ecco il documento che certifica i regolari pagamenti

Reggina_logoLa vergogna non ci appartiene. E’ sentimento proprio di chi non è in grado di affrontare gli altri e la realtà. E’ elemento che contraddistingue le caratteristiche di soggetti poveri che, invece di documentarsi approfondendo le proprie conoscenze, si nascondono traendo conclusioni faziose, con l’unico obiettivo di strumentalizzare i fatti gettando fango su una realtà, la Reggina, che pur cosciente delle difficoltà nelle quali è costretta ad operare, le affronta con estrema dignità e coerenza“. Lo afferma, tramite una nota ufficiale, la società amaranto che continua: “la Reggina Calcio, in riferimento al deferimento del Procuratore Federale ed alle affrettate deduzioni e sentenze pronunciate da diversi (presunti) organi d’informazione, allega copia del documento dell’Unicredit da cui si evince, inequivocabilmente, il regolare pagamento degli emolumenti contestati in data 16/12, dunque perfettamente in regola con le normative vigenti“.

La Reggina – conclude la nota – si tutelerà in ogni sede nei confronti di quei soggetti che hanno messo, o metteranno, in discussione il corretto operato del Club in merito ai fatti contestati dal deferimento del 7/4/2014“.