La Pasqua solidale al Parco Corolla di Milazzo (Me), domani e domenica le uova per la ricerca sulla Fibrosi Cistica

PARTICOLARE UOVASabato 5 e domenica 6 aprile, la Delegazione di Messina della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica sarà presente al Parco Corolla di Milazzo, per offrire le uova della ricerca. Al latte o fondente, quest’anno presso i banchetti della Fondazione troverete uova più grandi, da 500 grammi. Sono uova speciali, uova che sostengono la ricerca contro la fibrosi cistica.

La Fibrosi cistica è la più grave e diffusa malattia genetica, colpisce pancreas e polmoni e non c’è ancora una cura risolutiva. La fibrosi cistica produce secrezioni dense che danneggiano particolarmente l’apparato respiratorio e quello digestivo. I sintomi più comuni sono: tosse ricorrente, ripetute infezioni delle vie aeree, diarrea persistente e magrezza (o difficoltà di crescita nell’infanzia). Questi sintomi non sono specifici della fibrosi cistica, per questo spesso viene confusa con altre malattie. Nel mondo ne sono colpite circa 100.000 persone. Grazie ai progressi della ricerca e delle cure, i bambini che nascono oggi con questa malattia hanno un’aspettativa media di vita di 40 anni ed oltre, mentre non superavano l’infanzia cinquanta anni fa, quando la malattia fu scoperta e si cominciò a curarla. In Italia vengono diagnosticati circa 200 nuovi casi all’anno: ogni settimana nascono circa 4 nuovi malati; l’incidenza della malattia è probabilmente simile in tutte le regioni d’Italia ed è di un neonato malato ogni 2500-3000 nati sani. Chi nasce con la malattia ha ereditato un gene difettoso (gene CFTR mutato) sia dal padre che dalla madre, che sono portatori sani. I portatori sani del gene CFTR in Italia sono circa 2 milioni e mezzo (c’è un portatore sano ogni 25 persone circa). La coppia di portatori sani ha ad ogni gravidanza 1 probabilità su 4 (25%) di avere un figlio con Fibrosi Cistica (FC). E’ una malattia che colpisce indifferentemente maschi e femmine.

La Delegazione di Messina è impegnata sul territorio dal 2011 per diffondere la conoscenza di questa malattia e si adopera concretamente per la raccolta fondi a sostegno di importanti progetti di ricerca, affinché i malati di Fibrosi Cistica riacquistino il proprio respiro.