“Panorama d’Italia”, Gratteri rivela: “Renzi mi aveva assicurato che sarei stato Ministro”

gratteri cilea 01Il Procuratore aggiunto di Reggio Calabria, Nicola Gratteri, e’ stato intervistato dal vicedirettore di Panorama, Maurizio Tortorella, nell’ambito della manifestazione “Panorama d’Italia”, in corso a Reggio Calabria su iniziativa del settimanale della Mondadori. Gratteri ha detto di “aver avuto rassicurazioni da Matteo Renzi – e’ scritto in una nota – di essere chiamato a fare il ministro della Giustizia fino alle 16,15 del pomeriggio del giorno dell’annuncio della composizione del governo“. “Poi non so – ha detto Grattericos’e’ successo, lo sapete forse meglio voi“, ha aggiunto rivolgendosi ai giornalisti. “Se Renzi mi ha proposto di fare il ministro e’ perche’ sapeva cosa avevo in mente di fare ed a quale rischio andava incontro. Avevo un programma che non era segreto, si trattava di cambiare le regole d’ingaggio, di smontare cio’ che non funziona“. Gratteri ha ribadito l’importanza di una rifondazione del sistema giudiziario italiano: “Se fossero aziende private – ha detto il magistrato – i tribunali sarebbero gia’ falliti, la giustizia e’ un sistema fallimentare. Se i cittadini aspettano dieci anni per una sentenza civile, e’ segno che il sistema non funziona. E se nel processo penale l’informatizzazione e’ vicina allo zero, anche. Se avessi fatto il ministro avrei cambiato le regole d’ingaggio, che non funzionano piu‘”.