Olimpiadi Italiane di Astronomia: tre giovani astronomi reggini vincitori nella categoria junior

planetarioTre giovani astronomi reggini si sono aggiudicati le Olimpiadi Italiane di Astronomia che si sono svolte dal 12 al 14 aprile a Siracusa.

Si tratta di Andrea Gatto dell’ IC “Carducci–Da Feltre”, Francesco Imbalzano e Luca Latella dell’IC “Don Bosco–Cassiodoro”, tutti della categoria Junior, che l’hanno spuntata su 20 concorrenti provenienti dal resto della nazione.

I giovani sono stati premiati durante la cerimonia conclusiva, nel Salone “Paolo Borsellino” di Palazzo Vermexio.

Nel corso della manifestazione, hanno ottenuto dei riconoscimenti anche i vincitori del Premio “Schiaparelli”, concorso inserito nella XIV Edizione della Settimana Nazionale dell’Astronomia e rivolto agli studenti della scuola secondaria di I e II grado.

 Pur ben figurando nessun vincitore calabrese, invece per la categoria Senior tra i ragazzi giunti nel capoluogo siciliano per l’occasione.

I risultati raggiunti premiano le attività del Planetario Provinciale Pythagoras di Reggio Calabria, diretto dalla professoressa Angela Misiano.

La docente, assieme al suo Staff, ha curato la preparazione degli studenti delle scuole calabresi, a titolo gratuito, ottenendo classificazioni prestigiose dei concorrenti in tutte le trascorse edizioni.

Le Olimpiadi Italiane di Astronomia sono promosse dal MIUR e organizzate dalla SAIt (Società Astronomica Italiana) in collaborazione con l’INAF (Istituto nazionale di Astrofisica). Vi hanno partecipato in tutto 40 finalisti (equamente distribuiti tra le categorie Senior e Junior) selezionati dagli istituti di tutto il Paese. A Siracusa i giovani sono stati coinvolti in un ricco programma che ha animato per tre giorni la terra natale di Archimede, coinvolgendo l’intera comunità siracusana. Oltre alla gara, infatti, sono stati organizzati dibattiti e conferenze sui temi inerenti la disciplina.

Le prove teoriche e pratiche si sono svolte al Liceo Scientifico “O.M. Corbino”.

I giovani hanno dovuto affrontare problemi relativi alla forza di gravità, alla sincronizzazione del tempo,ai moti propri delle stelle.

.I vincitori dell’edizione 2014 delle Olimpiadi Italiane di Astronomia parteciperanno ad uno Stage Estivo di Formazione (SEF) nelle discipline astronomiche propedeutico alla partecipazione alle International Astronomy Olympiad che si terranno nel mese di ottobre in Kirgikhistan.