Nicolò ha incontrato gli alunni del “Pascoli” di Siderno (RC) [FOTO]

foto Nicolò-scuola PascoliIl vicepresidente del Consiglio regionale Alessandro Nicolò ha ricevuto gli alunni della III B della scuola primaria  “Giovanni Pascoli” di Siderno, diretto da Antonella Borruto, in visita a Palazzo Campanella nell’ambito del progetto “Ragazzi in aula”.

I bambini, accompagnati dalle professoresse Tina Policheni e Giusy Verteramo, sono stati accolti dal vicepresidente vicario dell’Assemblea legislativa calabrese nel suo studio. E’ stato un incontro interessante quanto vivace, durante il quale sono stati affrontati con un linguaggio semplice e diretto numerosi argomenti.

Dopo aver salutato i ragazzi, Nicolò si è soffermato sulle competenze delle commissioni consiliari e del Consiglio regionale.

Gli alunni della scuola della cittadina ionica, particolarmente attenti ed interessati, hanno posto una serie di quesiti, incuriositi dalle competenze afferenti le figure del consigliere, dell’assessore e del presidente del Consiglio e della Giunta ed anche ponendo l’accento sulle questioni strettamente legate al territorio in cui vivono: dal lungomare di Siderno, che lo scorso inverno ha subito ingenti danni a causa del maltempo, alla ristrutturazione dei plessi scolastici.

Nicolò ha spiegato come la Regione si sia già attivata al fine di individuare le risorse necessarie per il ripristino del lungomare di Siderno, completamente distrutto dalle forti mareggiate della stagione invernale, evidenziando la sinergia con la Provincia ed i Commissari del Comune di Siderno. Inoltre il Vicepresidente ha informato gli alunni in merito allo stanziamento dei fondi per consentire a questa fascia della zona ionica di tornare ad essere uno dei litorali più belli e frequentati della provincia di Reggio.

Alessandro Nicolò ha infine affrontato la questione relativa alle condizioni del plesso scolastico “Pascoli”, che ad oggi lamenta la carenza di quei supporti tecnologico-didattici necessari perché i percorsi di studio siano proficui ed al passo con gli attuali standard richiesti dal mondo dell’istruzione e della formazione.