Messina, uscire dalla crisi creando cultura d’impresa: presentati stamane due progetti

foto conferenza stampa“Crediamo molto nell’imprenditoria, i giovani devono necessariamente imparare a fare impresa”. Non ha dubbi il commissario della Camera di commercio, Franco De Francesco: l’unico modo per uscire dalla crisi è creare una cultura d’impresa. E lo ha ribadito a chiare lettere questa mattina, al Palazzo camerale, nel corso della conferenza stampa di presentazione dei progetti “Percorsi integrati per la creazione d’impresa” e “Trasferimento dell’innovazione tecnologica e organizzativa a Messina”, gestiti dall’Azienda speciale servizi alle imprese dell’Ente e finalizzati alla creazione di nuove imprese e alla promozione dell’innovazione.

“Il lavoro pubblico non esiste più – afferma l’amministratore unico dell’Azienda speciale servizi alle imprese, Saro La Rosa – l’unica soluzione è scommettere sull’imprenditoria. Ma un’imprenditoria innovativa, competitiva, in grado di stare sul mercato”. Per questo la Camera di commercio e la sua Azienda speciale hanno puntato sui due nuovi progetti che mirano, da una parte, a fornire a coloro i quali siano intenzionati ad avviare una nuova attività, un servizio di accompagnamento durante le cruciali fasi di start-up, e dall’altra a favorire processi di trasferimento dell’innovazione tecnologica e organizzativa.

L’attività di assistenza e di consulenza, curata da professionisti qualificati, verrà fornita tramite un apposito sportello informativo, ubicato al secondo piano del Palazzo camerale, realizzato di concerto con la Banca di credito cooperativo “Antonello da Messina” e operativo da martedì 8 aprile. “A Messina le imprese nascono – dichiara il direttore generale della Banca “Antonello”, Fabrizio Vigoritama dopo poco tempo muoiono. Per questo, è essenziale un intervento concreto e specifico nell’orientamento. Un territorio senza imprese che si sviluppano, non può sperare in nessuna ripresa. Lo sportello fornirà assistenza e consulenza. Per l’eventuale finanziamento, sarà valutata l’idea imprenditoriale, il mercato di riferimento e le opportunità di sviluppo”.

Lo sportello sarà aperto – sino al mese di dicembre – il martedì e il giovedì, dalle 9.30 alle 12.30.
“La Camera di commercio, tramite l’Azienda speciale, darà, inoltre, un contributo alle imprese ad avvenuta iscrizione – spiega il consulente dell’Azienda speciale servizi alle imprese, Giustino Angiuli e attiverà una forma di finanziamento per l’avvio delle attività anche alle imprese già iscritte da almeno dodici mesi. Per maggiori informazioni, invitiamo gli interessati a rivolgersi allo sportello informativo”.