Messina: traffico illecito di rifiuti, 8 misure cautelari e sequestri

carabinieriDall’alba nei comuni di Barcellona Pozzo di Gotto, Mazzarà Sant’Andrea, Castroreale, Terme Vigliatore, Lentini e Napoli i carabinieri della compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto unitamente a quelli del nucleo operativo ecologico di Catania stanno dando esecuzione ad 8 misure cautelari personali emesse dal gip del tribunale di Messina su richiesta della locale DDA (3 arresti domiciliari, 4 obbligo di presentazione alla p.g., 1 obbligo di dimora) per altrettanti soggetti ritenuti responsabili a vario titolo di traffico illecito di rifiuti.
Nel medesimo provvedimento è stato disposto il sequestro preventivo di una ditta produttrice di succhi di frutta,con sede in Barcellona P.G., nonché di vari autocarri utilizzati per il trasporto illecito dei rifiuti.
Per tutti i destinatari del provvedimento restrittivo l’accusa è quella di avere, in concorso tra di loro, attraverso l’allestimento di mezzi ed attività continuative ed organizzate, trasportato, ceduto, smaltito e comunque gestito abusivamente ingenti quantità di rifiuti speciali non pericolosi, costituiti da scarti provenienti dalla trasformazione industriale degli agrumi (cd. pastazzo d’agrumi e polpa), traendone un ingiusto profitto, quantificato in circa due milioni di euro.