Messina: Tares, ancora incertezza sui tempi e modalità di pagamento della seconda rata

palazz zanca grande nuovaManca circa una settimana ormai alla scadenza della seconda rata della Tares fissata al 30 aprile, ma dopo la pubblicazione l’11 aprile scorso, da parte del Dipartimento servizi sociali, della graduatoria degli aventi diritto alle riduzioni o esenzioni sul tributo ai sensi dell’art. 23 del relativo Regolamento Tares e della delibera di giunta n. 58 del 14 febbraio, ancora non sono noti né tempi né modalità per beneficiare dello sgravio.”

E’ quanto afferma il consigliere comunale Libero Gioveni, che spiega inoltre come fra i 3015 contribuenti che hanno presentato l’istanza (di cui 2920 utilmente collocati in graduatoria), infatti, regna molta incertezza sul pagamento della seconda rata, visto che l’importo della riduzione potrebbe compensare, oltre che interamente la terza rata, anche parte, appunto, della seconda.

C’è molta delusione fra alcune categorie di commercianti risultate più penalizzate dal pagamento della Tares, aggiunge Gioveni, “in quanto non è stata data loro la possibilità di usufruire di eventuali riduzioni attingendo dal fondo di garanzia da 1 milione e mezzo di euro“.

Pertanto, il consigliere auspica che la pubblicazione della graduatoria avvenga al più presto, che indichi i tempi e le modalità per poter usufruire delle riduzioni,  e che si chiarisca se avverrà l’emanazione di un avviso pubblico per le riduzioni rivolte alle sole “utenze non domestiche”, quanto meno prima della scadenza della terza rata prevista per il prossimo 30 giugno.