Messina, Tares: approvati i criteri per le riduzioni e le esenzioni

Comune di Messina Palazzo ZancaLa Giunta municipale, riunitasi oggi pomeriggio a palazzo Zanca, presieduta dal sindaco, Renato Accorinti, ha deliberato la rimodulazione dei criteri di applicazione delle agevolazioni/riduzioni da concedere ai soggetti utilmente collocatisi nelle graduatorie generali provvisorie “A” e “B”, escludendo dal pagamento del tributo rifiuti e servizi (TARES) dovuto per l’anno 2013, coloro che risulteranno collocati nella graduatoria definitiva “A” dal n. 1 al n. 1.252; escludendo dal pagamento della seconda e terza rata, i soggetti che nella medesima graduatoria “A” risulteranno collocati dal n. 1253 al n. 2.504; escludendo dal pagamento della seconda e terza rata, tutti i 416 contribuenti, ultrasettantenni invalidi e con reddito ISEE inferiore a 10.000 euro, che risulteranno collocati nella graduatoria definitiva “B”. Concessa infine una dilazione del termine di pagamento della seconda e terza rata per tutti i soggetti che hanno prodotto istanza, dunque anche per coloro che sono stati esclusi da ogni beneficio, rispettivamente al 31 maggio ed al 31 luglio. La delibera di giunta determina una mera distribuzione del fondo accantonato per il finanziamento delle riduzioni/esenzioni del tributo TARES, che amplia i benefici ai soggetti che risulteranno utilmente collocati nelle predette graduatorie. L’esecutivo, dopo avere approvato cinque provvedimenti di natura legale, ha accolto infine la proposta del gruppo Tremori per la realizzazione della manifestazione “Messina in Musica”, concerto del 1 maggio a piazza Duomo col coinvolgimento di band musicali cittadine.